Venerdì 4 Marzo

di | 3 Marzo 2016

trinitàMarco 3,22-27    

22Gli scribi, che erano scesi da Gerusalemme, dicevano: «Costui è posseduto da Beelzebùl e scaccia i demòni per mezzo del capo dei demòni». 23 Ma egli li chiamò e con parabole diceva loro: «Come può Satana scacciare Satana? 24 Se un regno è diviso in se stesso, quel regno non potrà restare in piedi; 25 se una casa è divisa in se stessa, quella casa non potrà restare in piedi. 26 Anche Satana, se si ribella contro se stesso ed è diviso, non può restare in piedi, ma è finito. 27 Nessuno può entrare nella casa di un uomo forte e rapire i suoi beni, se prima non lo lega. Soltanto allora potrà saccheggiargli la casa.

Commento

Invece di accettare il dono della presenza del Signore con umiltà gli  scribi preferiscono metterlo sempre in discussione. Sembra quasi che facciano uso del loro sapere per imbrogliare, per aumentare il loro prestigio, attaccando sempre l’altro che sembra minacciare la loro autorità. In realtà essi fanno tutto questo per invidia. Ecco che parte questa accusa contro Gesù, dove si denuncia il fatto che egli è posseduto dal divisore, dal tentatore. Mentre i farisei tendono a separarsi da tutto ciò che è impuro, Gesù tende a stare dentro queste fragilità umane, questa è la grande differenza tra il regno del Signore e il potere dei farisei. Egli si immerge totalmente nel mondo dell’infermità umana con tutte le sue drammatiche ferite, sia perché chi ha bisogno di essere salvato e sanato lo cerca e lo insegue con grande impeto, sia perché è necessità di Dio agire in questo modo. Le spiritualità tradizionali tengono ferma una separazione rituale tra i due mondi. Gesù invece sembra contaminarsi con questo mondo che, da parte sua, lo riconosce e in certo modo lo denuncia confessandolo presente e operante. Chi vuole bene ai poveretti, diventa in qualche modo uno di loro. Ma questo avviene nell’intento di liberare da una prigionia, e non certo per approvarla.

Preghiamo

Preghiamo per la Libia

2 pensieri su “Venerdì 4 Marzo

  1. Elena

    Certo che chi pensa e vuole il male, lo cerca in ogni sfumatura…. È così tutti i giorni, è così sempre nelle umane relazioni….
    Signore, dammi uno spirito puro, fammi essere come un bambino, pulito, ingenuo e dammi intelligenza e saggezza per scegliere le vie della luce. La Tua luce…
    Prego per la Libia, e per mia sorella Bruna, che oggi compie gli anni.
    Elena

    Rispondi
  2. sr.Alida

    “Se un regno ,o una casa è divisa in sè stessa non può restare in piedi.”anche solo la percezione, di divisione, crea sgomento… gli scribi si permettono di giudicare di trovare sempre qualcosa che non va…desidero ,Signore unificare la mia vita,dirigendola a Te.Prego per la Libia,per Bruna con infiniti auguri.Un preghiera per tutti i profughi ed esiliati ,inpossibilitati a varcare i confini…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.