sabato 5 marzo

di | 4 Marzo 2016

trinitàMarco 3,28-30     

28 In verità io vi dico: tutto sarà perdonato ai figli degli uomini, i peccati e anche tutte le bestemmie che diranno; 29 ma chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo non sarà perdonato in eterno: è reo di colpa eterna». 30 Poiché dicevano: «È posseduto da uno spirito impuro».commento
 Il termine che dice il perdonare è molto forte. Molto più forte di quello che noi solitamente pensiamo. Infatti mi sembra di cogliere un problema, e cioè che quando noi parliamo di “perdono” ci collochiamo in un ambito nel quale c’è già stato il rifiuto del peccato, e quindi il perdono è eventualmente la remissione della pena per la colpa commessa, e non propriamente il toglimento del peccato. Ma questo è il vero miracolo della misericordia divina! Il fatto cioè che il peccato che ci domina viene strappato e mandato via. Da solo, come farei? Diciamo che il perdono dei peccati non è un fatto “giuridico”, ma è il miracolo per il quale il Signore mi tira fuori dal male che mi imprigiona.  Ora, con grande forza Gesù ci dice che “tutto sarà perdonato”: Egli ci libera da tutti “i peccati e anche tutte le bestemmie”, dove le bestemmie non sono solo parole cattive, ma è tutta la nostra vita piegata ad adorare idoli che non sono Dio! Ebbene, da tutto possiamo essere liberati. Perché la bestemmia “contro lo Spirito Santo” non sarà perdonata in eterno? Io non ho una risposta sicura! Che cosa è il dono dello Spirito? Mi sembra che questo dono è il “sì” profondo, interiore, del nostro riconoscimento del mistero di Dio e del suo Figlio Gesù. E’ la Parola collocata nell’intimo di noi, nel cuore. Se teniamo questa ipotesi, qual’é allora il peccato contro lo Spirito Santo? E’ un “no” detto non solo e non tanto a Dio, quanto detto a me stesso. Negazione di quello che in me si è compiuto ed esiste. Uno sposo che dice “io non sono sposato”. Un figlio che dice a sua madre “tu non mi hai generato…io non ho madre”. È la negazione del mio essere figlio di Dio.

Preghiamo

 Preghiamo per Lidia

4 pensieri su “sabato 5 marzo

  1. sr Rita

    Sono tornata oggi da Curitiba dove ho partecipato a un convengo su “Vita consacrata: incarnazione della misericordia del Padre nel mondo”, tenuto dal Card.Braz, Prefetto del dicastero della Vita Consacrata. Eravamo oltre 550 religiosi/e provenienti dal Brasile, dal Paraguay e Uruguay. Un bel dono che si è concluso con la celebrazione giubilare nel santuario dell’amore misericordioso. E’ stato proprio bello vedere i Sacerdoti collocarsi nei vari angolini per ascoltare le confessioni. La celebrazione penitenziale comunitaria, la processione e il passaggio della Porta Santa accolti/e da due sacerdoti che ci aspergevano con l’acqua benedetta. Il Signore avrà perdonato tutti i peccati? Anche quelli che, in qualche momento, si commettono contro lo Spirito Santo, perché si dice no al bene, alla Sua azione nella nostra vita? Io penso di si, perché ogni peccato è un no alla vita, alla grazia. E Dio perdona tutti i peccati.
    Questa sera sono andata a messa e ho incontrato la famiglia del piccolo Andrey che venerdì scorso è morto sotto un camion all’età di 3 anni, mentre usciva dalla scuola materna in braccio alla mamma. Preghiamo anche per il nonno di Sr Simona Carne morto a Cologno al Serio.

    Rispondi
  2. Elena

    Dio perdona tutti i peccati, ed è nella Sua misericordia infinita che affido il mio piccolo spirito, poiché nulla sono se non in Lui…. Unisco le mie preghiere alle vostre, la mia gioia a quella di Sr Rita per la bella esperienza conclusasi ( o iniziata, continuata) nel suo cammino e affido Stefania e la sua difficile maternità al Signore della vita….
    Elena

    Rispondi
  3. Giulio

    E’ faticoso accogliere queste parole un po’ oscure.
    E’ certo però che il potere usa le categorie della follia, della malattia, della diversità, degli spiriti impuri (anche oggi, si, nel nostro pensare da illuministi) per definire ciò che non si comprende o che possa minare lo status quo.
    Il Signore è venuto a rompere questa finta perfezione.
    A noi il compito di non cercare di ricomporla.

    Un pensiero a chi vive nella fatica e nel dolore.

    Rispondi
  4. sr.Alida

    Questa è la nostra vera gioia “Il peccato strappato e mandato via…”il vero miracolo della misericordia divina…Fà, o Signore che non ci scordiamo di questo grande dono..e camminiamo nel Tuo Spirito sapendoci figli amati..Mi unisco alla preghiera per il piccolo Andrey e famiglia ,per Lidia ,per Stefania ,Per il nonno di sr.Simona C. Avvolga il Signore con la sua consolazione e forza ogni sofferenza…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.