sabato 29 giugno

di | 28 Giugno 2019

1 Pt 2,4-10                                                                4 Stringendovi a lui, pietra viva, rigettata dagli uomini, ma scelta e preziosa davanti a Dio, 5 anche voi venite impiegati come pietre vive per la costruzione di un edificio spirituale, per un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, per mezzo di Gesù Cristo. 6 Si legge infatti nella Scrittura: Ecco io pongo in Sion una pietra angolare, scelta, preziosa e chi crede in essa non resterà confuso. 7 Onore dunque a voi che credete; ma per gli increduli la pietra che i costruttori hanno scartato è divenuta la pietra angolare, 8 sasso d’inciampo e pietra di scandalo. Loro v’inciampano perché non credono alla parola; a questo sono stati destinati. 9 Ma voi siete la stirpe eletta, il sacerdozio regale, la nazione santa, il popolo che Dio si è acquistato perché proclami le opere meravigliose di lui che vi ha chiamato dalle tenebre alla sua ammirabile luce; 10 voi, che un tempo eravate non-popolo, ora invece siete il popolo di Dio; voi, un tempo esclusi dalla misericordia, ora invece avete ottenuto misericordia.

Commento

Ecco un’immagine bellissima di Gesù: pietra viva, rigettata dagli uomini, ma scelta e preziosa davanti a Dio.  La Pietra che è il Cristo è “viva”: la Pasqua di Gesù lo rende presente a noi, tra di noi, e in noi, molto più di quanto ogni altra realtà ci può essere intima. L’opera dello Spirito è appunto quella di assimilarci sempre più profondamente alla persona e all’opera di Gesù Cristo. Dall’immagine della Pietra e delle pietre – anch’esse “vive” perché vivificate da Lui! – il v.5 passa all’immagine dell’edificio spirituale e del sacerdozio santo! Tutti noi in Lui, tutti insieme, prima di ogni altra distinzione o differenza, siamo questo unico tempio e questo unico sacerdozio. Ognuno pietra viva, e tuttavia capace di essere e di compiere la sua storia solo in comunione con Lui e con tutti! Oggi parlando con un giovane mi ha chiesto se poteva venire in chiesa con i pantaloncini corti io ho detto di sì e lui mi ha risposto: e la forma? io credo che la forma vera è quella del cuore che diventa pietra viva in Cristo. Forma che sa voler bene, che sa diventare come Gesù. Questa forma del cuore è la vita spirituale e noi dobbiamo curare; questa è la pietra viva il resto è forma esteriore

Preghiamo

Preghiamo per i malati.

3 pensieri su “sabato 29 giugno

  1. Sr Rita

    Pietra viva…pietra scartata…L’esperienza di Pietro, l’esperienza di Gesù ci raccontano di un recupero di dignità che onora anche l’essere stati scartati. Prego per la Chiesa, per il Papa, per coloro che lo seguono e per coloro che lo vorrebbero muto e sordo davanti agli eventi dei poveri. Che a tutti sia dato di essere quella pietra che diventa sostegno e sicurezza per chi ha bisogno.

    Rispondi
  2. sr Alida

    Non riesco a fermarmi ad una frase sola …..è molto ricco questo tratto PIETRA VIVA GESU’ rende pietre vive noi …..condivido i vostri commenti e prego perchè al nostro agire pensare parlare non manchi mai il cuore ,e la consapevolezza di ciò che il Signore opera in noi e in ciascuno …..Mi unisco alle vostre intenzioni ……

    Rispondi
  3. Elena

    Prego con voi e perché tutti.noi possiamo essere pietre vive che insieme costruiscono qualcosa di buono e di bello!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.