prudenza o lotta

di | 2 Settembre 2020

Sono passati da Rosciano gli insegnanti delle scuole di Villa d’Adda e di Cepino. Sono contento per la loro bella presenza, sento la preoccupazione per la fatica di riprendere la scuola con tutti i disagi annessi. Ma è bello che si possa riprendere. Un’amministratrice di un comune mi dice in un messaggio che è molto tesa per una riunione difficile. E questo mi porta a ricordare tutti coloro che amministrano la cosa pubblica. Una sola cosa chiedo a loro : che possano fare tutto questo per il bene comune. Ma queste due situazioni ma hanno dato lo spunto iniziale per continuare a riflettere sul tema della non violenza. Per tanti anni sono stato un prudente brontolone che non prendeva mai posizione, che mandava avanti gli altri e poi io seguivo a ruota. Mi definivo prudente, ma in realtà ero incerto. Nella non violenza non serve la prudenza serve una lotta non violenta. Serve il coraggio di agire in favore della relazione buona e della pace. Non serve l’incertezza, serve la mite forza della decisione a favore del bene. Questa mite forza della decisione la si acquista con l’allenamento. Mi alleno ad una vita interiore che diventa padronanza della mia vita. mi alleno alla capacità di dire e di scegliere anche cose che vanno contro il conformismo se questo non è a favore della pace. Mi alleno anche ad obiettare ad una legge che favorisce la violenza e la guerra, che impedisce la riconciliazione. Mi alleno alla capacità di testimoniare il valore della non violenza anche a costo di pagare di persona. Mi alleno alla lotta non violenta e non alla prudenza che non decide mai, ma che decide di chiedere giustizia per i poveri del mondo, mi alleno ad una verità che non abbandona le persone, ma le accompagna verso una vita buona e bella. Mi alleno come i grandi del ciclismo, della montagna, della corsa, senza sostanze aggiuntive, ma cercando in me stesso la forza per realizzare tutto questo. È vero allenandomi a tutto questo un po’ uscito dal mio mondo prudente e indeciso ed oggi sento di essere più deciso su questa via della non violenza. Scegliendo di lottare, di dire e di uscire dalla mia prudenza mi sono trovato a decidere quali strumenti e modi utilizzare. Conosco amici che fanno presidi, che cercano la rivoluzione, che cercano lo scontro. Allenandomi alla non violenza mi sono accorto che esistono anche altri strumenti: lo studio, l’attenzione alla mia vita interiore, la capacità di mediare nel senso di far emergere le ferite e il grido dell’ingiustizia, mi hanno aiutato a comprendere che questa è l’autentica via della lotta. Ho imparato ad uscire da una idea di competizione con l’altro per entrare in quel mondo che, facendomi star bene con me stesso, mi invita alla collaborazione e alla cooperazione. Perché Violenza è distruzione della vita, nonviolenza è amore per la vita, cura per la vita e forza che fa vivere. Credo che questa è l’unica lotta vera che possiamo e dobbiamo combattere. La storia dice: violenza. La coscienza ha un soprassalto e dice: amore. Ma la cura e l’amore si concretano precisamente in forme accurate di azione, in tecniche. Le tecniche nonviolente, poi, non sono frutto di sola razionalità strumentale, efficientistica, sono invece azioni della ragione globale, critica, che intende realizzare visioni e valori mediante rispetto, cura, amore. Ecco, penso di essere passato negli della mia vita dalla prudenza che non decide alla lotta che ama l’altro.

Un pensiero su “prudenza o lotta

  1. Dania

    L’anima pacificata che cerca la pace, la vuole continuamente assaporare nella propria vita, la difende per sé stessa e per gli altri che incontra, credo sia un’anima che troverà sempre un modo per dire, denunciare senza essere violenta, magari semplicemente agendo su stessa prima che sugli altri e poi sugli altri ma sempre con un atteggiamento umile, mite e fraterno.
    Pace in terra a tutti, agli uomini che Egli ama e a quelli di buona volontà, alla ricerca della Sua volontà che sa sempre di Buono!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.