martedì 25 giugno

di | 24 Giugno 2019

1 Pt 1,13-17                                                              13 Perciò, dopo aver preparato la vostra mente all’azione, siate vigilanti, fissate ogni speranza in quella grazia che vi sarà data quando Gesù Cristo si rivelerà. 14 Come figli obbedienti, non conformatevi ai desideri d’un tempo, quando eravate nell’ignoranza, 15 ma ad immagine del Santo che vi ha chiamati, diventate santi anche voi in tutta la vostra condotta; 16 poiché sta scritto: Voi sarete santi, perché io sono santo. 17 E se pregando chiamate Padre colui che senza riguardi personali giudica ciascuno secondo le sue opere, comportatevi con timore nel tempo del vostro pellegrinaggio.

Commento

Siamo stati liberati da Gesù grazie alla forza del battesimo che ci ha fatto creature nuove. Ed ora per la nostra vita si aprono nuove strade, nuove prospettive. Pietro nella sua lettera chiama queste nuove prospettive la via della santità. il brano di oggi sembra voler sottolineare che la vita è diventata un passaggio rapido e appassionato, tutto concentrato nel ripudio di ogni passata oscurità e tutto proteso verso la pienezza. È l’obbedienza alla parola che produce il passaggio da vecchi desideri negativi ad un’esistenza nuova che in termini radicali viene identificata con la santità! Un incessante “diventare santi” accogliendo la santità di Dio in tutto il nostro cammino di conversione. Ed è stupendo che questa “santità” sia la via e il volto della nostra comunione con Dio: “sarete santi perché io sono santo” dice Pietro. Abbiamo un Padre molto “impegnativo” Mentre camminiamo con il Signore verso il Signore, la sua santità esige da noi un’incessante conversione. Non abbiamo mai finito di convertirci! Non siamo mai arrivati al punto in cui potremmo dirci soddisfatti. Urge il tempo della nostra perenne conversione alla Vita che ci è stata donata, quella dei figli di Dio.

Preghiamo

Preghiamo per Mara

3 pensieri su “martedì 25 giugno

  1. Sr Rita

    …ad immagine del Santo che vi ha chiamati, diventate santi anche voi in tutta la vostra condotta; poiché sta scritto: Voi sarete santi, perché io sono santo.
    Un concetto di santità che non è frutto di sforzo, ma…di DERIVAZIONE…Siccome Dio è santo…noi diventiamo santi. Chiedo al Signore di riconoscere, contemplare, amare Lui, il Santo. Dall’amore nasce l’immedesimazione.

    Rispondi
  2. sr Alida

    Fissate la speranza nella grazia ,per divenire santi in tutta la vostra condotta…..il cammino di conversione per divenire figli santi non è scontato…..Certo il sapersi amati in quel che pensiamo ,diciamo e facciamo è un grande dono , un Amore bello,quello più grande che c’è ….In tutto ciò che viviamo l’invito è aver rivolto lo sguardo a questo Amore per assomigliargli e divenire santi …Prego con voi per Mara ,per le intenzioni che abbiamo in cuore ,per sr Cesarines che prepara a ripartire per il Brasile,per Angela che teme per la sua salute…..

    Rispondi
  3. Elena

    Essere chiamati ad essere santi, a diventare santi, come Lui , il Santo, vuole. Tornare ad essere un tutt’uno col Padre! Nostalgia di un amore senza fine…. Prego per le intenzioni che portiamo nel cuore.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.