martedì 22 ottobre

di | 22 Ottobre 2019

Salmo 99 – DA UNA COLONNA DI NUBI PARLAVA

È poi vero che Iddio regna? E se regna, perché il mondo è fatto così male? Soprattutto è governato male! Provate a chiederlo alla infinita moltitudine dei poveri; e poi dite: «Dio regna». Sì, Dio regna! Impossibile che non sia così. Solo che bisogna vedere a maggiori profondità; vedere oltre le apparenze e il momento; oltre queste fortune tanto effimere quanto costose. Vedere ad altri livelli.

1 Il Signore regna: tremino i popoli.
Siede in trono sui cherubini: si scuota la terra.

2 Grande è il Signore in Sion,
eccelso sopra tutti i popoli.

3 Lodino il tuo nome grande e terribile.
Egli è santo!

4 Forza del re è amare il diritto.
Tu hai stabilito ciò che è retto;
diritto e giustizia hai operato in Giacobbe.

5 Esaltate il Signore, nostro Dio,
prostratevi allo sgabello dei suoi piedi.
Egli è santo!

6 Mosè e Aronne tra i suoi sacerdoti,
Samuele tra quanti invocavano il suo nome:
invocavano il Signore ed egli rispondeva.

7 Parlava loro da una colonna di nubi:
custodivano i suoi insegnamenti
e il precetto che aveva loro dato.

8 Signore, nostro Dio, tu li esaudivi,
eri per loro un Dio che perdona,
pur castigando i loro peccati.

9 Esaltate il Signore, nostro Dio,
prostratevi davanti alla sua santa montagna,
perché santo è il Signore, nostro Dio!

Commento

Ancora una volta si sente il grido JHWH «il Signore regna»: un nuovo salmo dedicato al regno giusto di Dio sul cosmo e sulla storia. L’accento è ora posto sulla «santità» di Dio. Infatti per tre volte risuona l’acclamazione «santo egli è!», quasi come in un’antifona. La nozione biblica di santità nel V.T. indica prima di tutto «separazione», distacco, diversità, trascendenza. Abbiamo, quindi, la celebrazione della grandezza di Dio, re supremo, come è attestato dalla litania di attributi a lui rivolti nella prima strofa: grande, eccelso, terribile, potente, giusto, santo. Nella seconda strofa, invece, il Dio totalmente Altro si accosta all’uomo e, attraverso la mediazione di Mosè, Aronne e di Samuele, cioè delle guide profetiche e sacerdotali, instaura un dialogo vivo col suo popolo. Egli parla, ascolta, punisce e perdona. Il Dio che è assiso sulla colonna delle nubi, intatto nella sua santità, si rivela come una persona che si appassiona alla storia del suo alleato, l’uomo.

Preghiamo

Preghiamo per il papa e il vescovo.

3 pensieri su “martedì 22 ottobre

  1. Sr Rita

    Dio regna. Lodare Dio che regna, quando sta dalla nostra parte, quando ci restituisce la salute, quando risponde alle nostre richieste è cosa giusta e facile.
    Riconoscere la regalità di Dio quando incontriamo il suo volto in un Gesù disprezzato, torturato, ucciso….allora ci pare che siamo al seguito di un re perdente. Dio regna, Dio il Santo, Dio il vicino all’uomo, Dio che si mescola con la nostra debolezza è un Dio che sconcerta, ma è il Dio che salva per amore.

    Rispondi
  2. Elena

    Riconoscere e sentirsi parte di questo Dio capace di tutto, dalla potenza che sta sopra al creato e ne governa la vita, alla prossimità con l’uomo più disperato, alla croce, ecco, secondo me richiede una grandissima intimità. Un Dio dentro la storia di ciascuno è un Dio vivo. Signore, che riusciamo a vederti, a sentirti dentro il tutto di tutti noi….

    Rispondi
  3. sr Alida

    Parlava da una colonna di nubi ,nel V.T. la nube era presenza di Dio ,era per loro un Dio paziente e misericordioso….Aumenta la nostra fede per incontrarti nelle varie nubi della nostra vita ….al di là di ogni ferita o sofferenza mantieni in noi la speranza la forza di camminare verso di Te .Prego con voi per il Papa e i vescovi .

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.