martedì 21 agosto

di | 21 Agosto 2018

SAN PAOLO - LETTERE 1 Cor 13,8-13                                  

8 La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno; il dono delle lingue cesserà e la scienza svanirà. 9 La nostra conoscenza è imperfetta e imperfetta la nostra profezia. 10 Ma quando verrà ciò che è perfetto, quello che è imperfetto scomparirà. 11 Quand’ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Ma, divenuto uomo, ciò che era da bambino l’ho abbandonato. 12 Ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa; ma allora vedremo a faccia a faccia. Ora conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch’io sono conosciuto. 13 Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e la carità; ma di tutte più grande è la carità!

Commento

La fede adulta, non più quella da bambino mi fa cercare le cose che rimangono, la fede, la speranza, la carità. Queste tre rimangono anche adesso, nel futuro rimarrà solo la carità, probabilmente. A meno che per fede si intenda l’affidamento, ma questo è già l’amore. Quindi ci sono queste che sono le tre virtù che hanno come oggetto Dio. Mi fido di Dio, spero in Dio e amo Dio e da qui poi amo tutto e tutti. Perché Dio ha fede in me spera in me e ama me. Di queste tre virtù però la più grande è la carità e non c’è più bisogno di dirlo perché tutto quel che voleva dire in tutti versetti era a mostrare l’eccellenza di questo amore, che è l’eccellenza di Dio. Tutta la nostra vita è un diventare ciò che siamo: figli, uguali al Padre della misericordia. E quindi è un crescere in questa dimensione. Ecco che allora Paolo a questa comunità che ha tanti doni ma che è tanto divisa, che litiga tanto, dice: adesso vi mostro io che cosa dovete cercare. Ed è un po’ direi il punto di arrivo di tutta la lettera, finora. Ed è veramente, direi, la rivelazione del grande mistero di Dio e della nostra vita. Cerchiamo la carità vicendevole.

Preghiamo

Preghiamo per le nostre comunità

3 pensieri su “martedì 21 agosto

  1. . Elena

    La carità è il dono perfetto, ciò che più mi avvicina all’amore di Dio. Forse fede e speranza mi fanno desiderare il Signore, forse la carità lo rende presente e vivo nella mia vita. Unisco alla preghiera per le comunità un pensiero per le persone anziane, così bisognose della carità di tutti noi.

    Rispondi
  2. srAlida

    Si ,credo che “”tutta la nostra vita è un cammino per divenire figli di Dio “,per avere una fede matura ci vuole tutta la vita ,bello pensare la vita come un cammino…. mi fa bene pensarla così ,perchè non ci si sente mai arrivati ,e mi invita a cogliere tutte le opportunità per crescere verso ..
    Ciò che rimane è la carità,i nostri Fondatori mi invitano “Adopera tutti quei modi che la carità di Cristo ti insegnerà “.Mi unisco alla preghiera e intenzioni di ciascuno e per l’umanità che soffre e anche per quella che gioisce .

    Rispondi
  3. sr Rita

    La carità non avrà mai fine.
    Mi pare di poter intendere che ” non avrà fine” significhi questione di tempo, ma anche di intensità. Il Palazzolo riguardo all’amore diceva: Non dire mai BASTA. Allora abbiamo davanti ancora un buon cammino perché la carità in noi non abbia fine. Buon cammino a tutti.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.