madrid 26 dicembre

di | 26 Dicembre 2015

sono all’ aeroporto di Madrid non riesco a mettere tutto il testo del Vangelo di domani, quindi ecco due semplici righe. Vado in Bolivia per incontrare amici e storie di uomini e donne. Siete anche voi amici che raccontate storie e narrate la vita. Grazie di cuore per questa vicenda che da quasi due anni ci accompagna. Grazie per questo amore per la La parola.

4 pensieri su “madrid 26 dicembre

  1. anna

    BUON VIAGGIO DON SANDRO E PORTACI QUALCHE BUONA PAROLA DALLA BOLIVIA
    ABBI CURA DI TE E PORTA I NOSTRI AUGURI A CHI INCONTRERAI!

    Rispondi
  2. sr Rita

    Buon viaggio, Don Sandro, dentro le storie di uomini e donne che compongono la famiglia umana. Che la S. Famiglia di Nazareth che celebriamo domani sia un modello per le nostre famiglie, per le nostre relazioni. Preghiamo per le nostre famiglie, per le famiglie di chi fa parte di questa “famiglia” attorno alla parola ed anche per chi non ha mai sperimentato la bellezza di avere una famiglia.

    Rispondi
  3. Elena

    Raccontami una storia. Tante storie…Raccontami la vita e la fede di ogni vita. Raccontami la gente, quella come me e quella tanto diversa da me. Raccontami di te, uomo di Dio, dentro la vita di molti e nel cuore di tutti… Buon viaggio Sandro!
    Nelle tue parole anche il.nostro viaggio…
    Elena

    Rispondi
  4. sr.Alida

    Mi ritengo fortunata esser parte di questa famiglia della Parola…Insieme ci si ritrova nella grande famiglia di Dio ,che è Padre.Penso alla mia famiglia…,alle famiglie che conosco e non conosco …A famiglie giovani ,dove già manca un genitore.. A famiglie divise,e ad alcune famiglie che ancora esistono ,belle ,Prego sopratutto per chi famiglia non hiha.piu’.Grazie don Sandro ,di certo incontri nel tuo viaggio .altre famiglie altre culture,mentre vivi con loro allargherai anche inostri orizzonti…Prego per chi incontrerai nel tuo viaggio , per tutte le famiglie e anche per tutte le comunità religiose,esse pure ,sono chiamate a vivere lo spirito di famiglia,con la comunità e con quanti affidati dal Padre.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.