lunedì ottobre

di | 4 Ottobre 2020

 Mc 9,1-8  

1 Diceva loro: «In verità io vi dico: vi sono alcuni, qui presenti, che non morranno prima di aver visto giungere il regno di Dio nella sua potenza». 2 Sei giorni dopo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in disparte, loro soli. Fu trasfigurato davanti a loro 3 e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. 4 E apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù. 5 Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Rabbì, è bello per noi essere qui; facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». 6 Non sapeva infatti che cosa dire, perché erano spaventati. 7 Venne una nube che li coprì con la sua ombra e dalla nube uscì una voce: «Questi è il Figlio mio, l’amato: ascoltatelo!». 8 E improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo, con loro.

commento

Gesù è il vero volto di Dio e dell’uomo: il Padre ci ordina di ascoltare lui per diventare come lui. Gesù ha la gloria del Figlio perché si è fatto fratello di tutti, nelle vita e nella morte: ama noi con lo stesso amore del Padre. Perché Pietro quando dice: “È bello per noi essere qui”? Perché la voce del Padre risponde: “Ascoltate lui”? Cosa diventiamo se lo ascoltiamo? Mi sembra che queste domande sono a fondamento del brano di oggi. La risposta può essere questa: Come per la vita di Gesù la trasfigurazione è stata il centro della sua vita, per il cristiano il centro della nostra vita è la trasfigurazione, cioè la ricerca del Risorto; ma chi è il Risorto? È quello che sperimenti nella tua vita, che ha cambiato la tua vita e la ha resa simile alla sua e allora questo brano è come uno specchio. Nel suo volto che anche Pietro vede e dice che è bello, noi vediamo il nostro volto di figli. Perché Lui ci fa da specchio. Io sono stato cambiato e quel che vedo in Lui, sono in qualche modo già anch’io ed è questa l’esperienza di Resurrezione, non è che Gesù sia risorto duemila anni fa come è risorto anche Lazzaro e poi è morto ancora. Gesù è risorto e dov’è? È nella vita, è il centro della mia vita: è la mia vita. La mia vita che è stata trasformata dall’ascolto della parola in vita di figlio di Dio, suo fratello, simile a Lui.

Preghiamo

Preghiamo per Davide

4 pensieri su “lunedì ottobre

  1. Elena

    È bello per noi stare qui, con Te, Signore Gesù, figlio amato che ci porti con Te nelle cose della vita. È bello saperti con noi, nell’intimità dell’incontro personale così come quando ti riconosciamo nei fratelli e si cammina insieme. Alla Tua luce affidiamo le nostre speranze, le nostre gioie, il nostro vivere, trasformato per sempre dalla fede in Te ed in continua evoluzione spirituale ed umana. Tienici per mano, Signore, dentro al Tuo amore…
    Una preghiera per mio figlio Davide che oggi subirà un intervento. Una preghiera per gli ammalati e per le persone in ospedale che si occupano di loro.

    Rispondi
  2. Pinuccia

    Come è facile cambiare specchio e rimanere delusi! Tienici per mano Signore, trasformaci affinché diventiamo sempre più uomini e donne simili a Te. Preghiamo per Davide.

    Rispondi
  3. sr Alida

    Trasportami dal Tabor della contemplazione,alla pianura dell ‘impegno quotidiano. E se l’ azione inaridira`la mia vita, riporta i sulla montagna del silenzio… Questo piccolo tratto di Tonino Bello mi e`sempre caro …. Mi unisco alla preghiera per Davide e per tutti gli ammalati…

    Rispondi
  4. sr Alida

    Per risorgere dalle mie piccolezze ho bisogno di essere riportata sulla montagna del silenzio.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.