Lunedì 28 novembre

di | 27 Novembre 2016

lorenzo_lotto-nativita_1523siracide 44,20-23

19Abramo fu grande padre di una moltitudine di nazioni,
nessuno fu trovato simile a lui nella gloria.
20Egli custodì la legge dell’Altissimo,
con lui entrò in alleanza.
Stabilì l’alleanza nella propria carne
e nella prova fu trovato degno di fede.
21Per questo Dio gli promise con giuramento
di benedire le nazioni nella sua discendenza,
di moltiplicarlo come la polvere della terra,
di innalzare la sua discendenza come gli astri
e di dar loro un’eredità
da mare a mare
e dal fiume fino all’estremità della terra.

22Anche a Isacco fu fatta la stessa promessa
grazie ad Abramo, suo padre.
23aLa benedizione di tutti gli uomini e la sua alleanza 
Dio fece posare sul capo di Giacobbe; 
lo confermò nelle sue benedizioni,
gli diede il paese in eredità:
lo divise in varie parti, 
assegnandole alle dodici tribù.

Commento

Continua L’elenco delle persone illustri. Oggi ci vengono presentati i grandi patriarchi: Abramo, Isacco, Giacobbe. Gli uomini della grande promessa. Gli  uomini che hanno traghettato un gruppo di tribù sparse qua e là nel medio oriente ad una identità di popolo che crede in unico Dio. Con loro nasce Israele e con loro nasce la religione monoteista. Sono i Padri della fede. La figura di Abramo è raccontata da Siracide solo nei suoi lati positivi, mentre vengono nascoste le parti più controverse della sua vita. Questo perché egli deve emergere come il grande padre di Israele, addirittura padre di molti popoli. Perché è grande Abramo? Perché è il grande ed unico custode della promessa che Dio ha fatto ad Israele: la promessa di una discendenza più numerosa delle stelle del cielo. È il grande custode dell’alleanza, sancita tra lui e il Signore ed il grande uomo che rimane saldo nella fede anche e soprattutto nell’ora della prova. In Abramo, Isacco e Giacobbe la benedizione di Dio sugli uomini e sulla terra è arrivata fino ai nostri giorni. Provo ad aggiungere due piccoli particolari: la gloria di Abramo non è legata alle sue capacità e ai suoi meriti, ma alla promessa di Dio a cui Abramo rimane fedele. Inoltre il viaggio che Abramo da Ur dei Caldei fino alla terra promessa non è solo o tanto un viaggio di un pastore nomade che arriva a diventare sedentario costruendo città. Il vero significato di questo viaggio è che Abramo cammina fino al centro del suo cuore e li incontra se stesso nella verità e incontra Dio come il signore fedele alla promessa.

Preghiamo

Preghiamo per tutti coloro che sono traditi nelle promesse di vita che hanno stabilito come un’alleanza.

3 pensieri su “Lunedì 28 novembre

  1. Elena

    L’uomo spesso non ce la fa. Lascia, abbandona, cede, cade, non mantiene fede alla promessa, tradisce…. Il Signore sceglie, chiama, indirizza, ridireziona, sostiene, rifugia, perdona, ristabilisce, sana, avvicina. In questi movimenti opposti si stabilisce un’alleanza tra l’umana instabilità e la forza divina. Dove il merito dell’essere umano? Forse solo nel lasciarsi condurre umilmente e con fiducia da questo Dio che ama oltre e sopra ogni nostra fragilità. Forse solo l’accettare che non ce la si può fare da soli, senza di Lui e senza le persone che ha posto, con e per amore, sul nostro cammino. Insegnaci a leggere e ad accogliere in noi il tuo disegno misterioso, Signore. Prego per tutte le nostre fragilità e facilità al tradimento…

    Rispondi
  2. sr.Alida

    La benedizione e la Sua alleanza Dio fece posare su tutti gli uomini,attraverso i suopi mediatori.gli uomini della promessa ,i Padri della fede.Mi piace il verbo traghettare un popolo per farlo incontrare col Signore..occorre incontrarlo prima nel proprio cuore,con verità .Ciò che è edificante è che sceglie persone non perfetteo con doti particolari ,ma con tanta fiducia ,rimanendo fedeli in qualsiasi tempo…Prego per le intenzioni comuni espresse.

    Rispondi
  3. sr Rita

    Abramo, Isacco, Giacobbe sono i padri che trasmettono la promessa. Da padre a figlio per generazioni. Prego per i genitori, gli educatori, gli evangelizzatori che hanno per vocazione di tramandare la promessa di una vita buona. Non si interrompa questa catena di bene.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.