lunedì 1 giugno 2020

di | 31 Maggio 2020

Lunedì 1 giugno 2020 – atti 1,1

1 Nel mio primo libro ho già trattato, o Teòfilo, di tutto quello che Gesù fece e insegnò dal principio 2 fino al giorno in cui, dopo aver dato istruzioni agli apostoli che si era scelti nello Spirito Santo, egli fu assunto in cielo

Commento

Abbiamo terminato con il vangelo di Luca e iniziamo la lettura del libro degli atti degli apostoli. L’autore è sempre lui Luca, l’evangelista. Se facciamo caso ai primi versetti ci accorgiamo subito che la conclusione del vangelo di Luca con il racconto dell’ascensione del Signore al cielo e l’inizio del libro degli atti sono identici, dove finisce il vangelo iniziano gli atti. Anche la persona a cui è indirizzato il libro è lo stesso: Teofilo. Quindi possiamo dire che Luca prima narra la vicenda di Gesù e poi la storia delle prime comunità cristiane. Luca segue Paolo nei suoi viaggi missionari e impara a conoscere Gesù proprio da Paolo e dall’altro discepolo Barnaba. Il libro è stato scritto di intorno agli anni 70 d.c. di conseguenza i racconti delle prime comunità descritte da Luca vanno dagli anni 33 d.c. fino agli anni 70. 40 anni di storia della chiesa, i primi anni. La chiesa di questo periodo si chiama chiesa apostolica perché queste prime comunità sono guidate dal gruppo degli apostoli. E Luca racconta gli atti, la vita di questi primi cristiani e degli apostoli che hanno conosciuto Gesù. Sono storie che si intrecciano, che si intersecano tra loro. I primi cristiani sono giudei convertiti, pagani che provengono tra i greci, tra i romani, tra il mondo antico. Il cristianesimo dopo la vita di Gesù, che porta tutta la bellezza e l’originalità di un messaggio nuovo come quello del Signore, ora incontra il mondo, la cultura del tempo, le diversità del tempo. Due sono gli elementi del libro: salvaguardare il messaggio di Gesù  e renderlo accessibile a tutti gli uomini, portare il vangelo dentro ogni cultura. Questa è la sfida della chiesa di ogni tempo. Portare il vangelo dentro ogni storia di uomini, dentro ogni cultura, senza venir meno al vangelo e rispettando ogni epoca storica e ogni cultura. In termine tecnico si dice: inculturazione del vangelo.  questi testi degli atti degli apostoli sono la matrice, il modello da cui partire per   questa impresa. Questo vale anche per i nostri giorni.

Preghiamo

Preghiamo per il papà di Benedetta

Un pensiero su “lunedì 1 giugno 2020

  1. sr Alida

    Ogni giorno sguardo del cuore a Gesù per imparare attraverso lo Spirito Santo ciò che ci ha annunciato e per viverlo …per il papà di Benedetta un’accorata preghiera

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.