giovedì 27 aprile

di | 26 Aprile 2017

Matteo 18,19-20                                                                         

19 In verità io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. 20 Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro».

Commento

Ci possiamo domandare da dove venga questa assoluta fiducia nell’ “accordo” tra le persone. Non siamo sempre esposti a trame disoneste, dove l’accordo ha fini di iniquità? E’ proprio su questo verbo reso in italiano con “mettersi d’accordo” che possiamo fare qualche considerazione. Il termine richiama la parola italiana “sinfonia”. E la sinfonia dice il convergere e l’armonizzarsi di “diversità”. Qui sta, credo, il punto forte di questa affermazione piuttosto spregiudicata di Gesù. Il mistero stesso di Dio è nel suo intimo una “sinfonia”, e cioè la compresenza di “diversi”. Nella pienezza della rivelazione cristiana Dio non è una eterna “solitudine”, ma l’eterno amore del Padre, e del Figlio nello Spirito Santo. Il Figlio di Dio ha assunto la nostra umanità perché l’assoluta lontananza tra Dio e l’uomo divenisse comunione. Gesù chiede che possiamo essere una cosa sola in Lui come Lui e il Padre sono in comunione perfetta. Osserviamo come il nostro testo dica che la sinfonia tra i due ha come suo obiettivo di “chiedere” al Padre, e quindi di cercare la sinfonia suprema tra noi e il Signore. E’ una comunione tra le persone strettamente unita alla comunione con Dio. Questa è la Pace! Che appunto non è una situazione di non belligeranza, ma è la continua guerra contro la separazione, la divisione e l’inimicizia. Quando uniamo le nostre diversità nella preghiera, allora celebriamo nella nostra umile esperienza umana l’infinita bellezza del mistero dell’Amore.

Preghiamo

Preghiamo per Ingrid

4 pensieri su “giovedì 27 aprile

  1. Sr rita

    Mettersi d’accordo. Bella sfida alle diversità. Prego di cuore per Ingrid. Le sono grata per molte cose. Un abbraccio

    Rispondi
  2. sr Alida

    Il convergere delle diversità;facciamo fatica ad accogliere la diversità come dono..se no sarebbe piu’ facile essere d’accordo .
    Mi unisco alla preghiera per Ingrid,che riconoscente e di cuore saluto .

    Rispondi
  3. Anna

    In nome della forza della preghiera vi chiedo di pregare perche Dio illumini il mio cammino nella vita perche mi aiuti a fare i passi giusti per la pace e soprattutto per il bene dei miei figli.
    L’oscurita mi invade e chiedo di pregare per me perche Dio mi guidi verso la strada giusta che non vedo ancora.
    La Parola e stata oggi occasione di condivisione delle paure che accompagnano la vita.
    Prego anche per chi ha bisogno di capire la strada della Vita in famiglia dove non si e soli ma proprio come il Padre Il Figlio e lo Spirito Santo si vive in comunione anche nella diversita delle Persone , senza dimenticare La Madre Maria che ha saputo condividere il suo cammino in pienezza affinche possa esserci di aiuto nei momenti oscuri della vita.

    Rispondi
  4. elena

    Diversità in comunione, in una relazione di fiducia, di rispetto e di amore. Diversità intrecciate, come mi piace pensare, come fili colorati a comporre un unico, meraviglioso ricamo. Il ricamo di Dio…. Prego per intenzioni di comunione, di pace e di amore nell’interesse di ogni creatura. E prego con tenerezza per Ingrid ed Anna e per tutti noi, piccolo canovaccio di ricamo in evoluzione…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.