Giovedì 24 novembre

di | 23 Novembre 2016

fiorisiracide 43,1-11

Vanto del cielo è il limpido firmamento,
spettacolo celeste in una visione di gloria.
2Il sole, quando appare nel suo sorgere, proclama:
«Che meraviglia è l’opera dell’Altissimo!».
3A mezzogiorno dissecca la terra
e di fronte al suo calore chi può resistere?
4Si soffia nella fornace nei lavori a caldo,
ma il sole brucia i monti tre volte tanto;
emettendo vampe di fuoco,
facendo brillare i suoi raggi, abbaglia gli occhi.
5Grande è il Signore che lo ha creato
e con le sue parole ne affretta il corso.

6Anche la luna, sempre puntuale nelle sue fasi,
regola i mesi e indica il tempo.
7Viene dalla luna l’indicazione di ogni festa,
fonte di luce che decresce fino a scomparire.
8Da essa il mese prende nome,
mirabilmente crescendo secondo le sue fasi.
È un’insegna per le schiere in alto,
splendendo nel firmamento del cielo.

9Bellezza del cielo è la gloria degli astri,
ornamento che brilla nelle altezze del Signore.
10Stanno agli ordini di colui che è santo, secondo il suo decreto,
non abbandonano le loro postazioni di guardia.

11Osserva l’arcobaleno e benedici colui che lo ha fatto:
quanto è bello nel suo splendore!
12Avvolge il cielo con un cerchio di gloria,
lo hanno teso le mani dell’Altissimo.

Commento

Credo che non è cosa difficile ritrovare nella letteratura religiosa e non solo, di ogni tempo e di ogni cultura inni alla creazione come questo. Come non possiamo non ricordare il laudato si di San Francesco? Anche in questo testo di oggi la lode a Dio è grande. in particolare vediamo come si loda Dio per il sole, la luna, gli astri e l’arcobaleno. Che cosa ha di specifico il testo di Siracide rispetto ad altri testi simili del tempo? Mi pare che il vero e originale intento di Siracide è quello didattico: attraverso la lode alla bellezza del creato si vuole portare il discepolo a comprendere chi è il vero creatore, la vera fonte della vita e della bellezza. Di fatto il sole, la luna e le stelle erano gli elementi più importanti della creazione secondo la sacra scrittura e secondo gli antichi. Questi astri scandivano il tempo della vita: giorno e notte, stagioni, tempi del raccolto e della seminagione, del lavoro e del riposo. Tutto era in qualche modo scandito dagli astri. Oggi questa cosmologia, questo modo di pensare il cosmo non esiste quasi più. pensate anche solo a come è facile per l’uomo moderno ribaltare il senso del lavoro di giorno e riposo notturno. Oggi questi astri ci dicono altro. Ci raccontano soprattutto del desiderio di una promessa di vita. Vedere che sorge il sole ci regala fiducia, vedere la luna di notte ci conforta dentro il buio della vita. Vedere le stelle ci orienta. Certo questi atri non devono solo essere oggetto di studio scientifico. E per finire l’arcobaleno segno della promessa di Dio che non viene meno. Si è vero gli astri passeranno ma la promessa di amore di Dio non passerà mai.

Preghiamo

Preghiamo per Job.

6 pensieri su “Giovedì 24 novembre

  1. Elena

    La bellezza del creato lascia stupore ed eleva il nostro sguardo. Fa che possiamo sempre tenerlo alto, rivonoscendo in Te, Signore, tutta la bellezza dell’amore che hai per noi.
    Mi unisco alle comuni intenzioni di preghiera e ringrazio don Sandro per la costanza di queste meditazioni che fanno bene all’anima!

    Rispondi
  2. Pinuccia

    Che meraviglia l’opera dell’Altissimo!
    Nelle difficoltà e belle fatiche di ogni giorno alzo lo sguardo verso il cielo è anche questa mattina riconosco che tu Signore fai meraviglie.
    Con fiducia ti prego per Yob e per tutti i ragazzi che fanno fatica a riconoscerti e a sentirti tue creature!
    Pinuccia

    Rispondi
  3. Luca

    ..adesso che si avvicina l’inverno mi piace la sera fermarmi a guardare il cielo: il freddo rende l’aria più tersa, e le stelle brillano più del solito.
    Grazie Signore!

    Buona giornata a tutti!

    Rispondi
  4. sr Rita

    Lodiamo il Signore per il bello che ci avvolge. Affidiamo a lui le fatiche del vivere. Crediamo che l’arcobaleno è sempre possibile sull’orizzonte di ogni avvenimento. Prego per la salute di Fausto e per le intenzioni di ciascuno.

    Rispondi
  5. sr.Alida

    Che meraviglia l’opera dell’Altissimo ,osservo l’arcobaleno benedico il Signore per la promessa del suo amore…Mi unisco alla preghiera per Daniele ,per Fernando,per Job,Fausto e chiedo una preghiera per Cristina figlia adottiva di una nostra dipendente ,perchè si scopra la patologia e la cura giusta …..e per le intenzioni espresse

    Rispondi
  6. Anonimo

    Lode e Gloria al Signore L’Altissimo Onnipotente, grazie per tutto ciò che hai creato

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.