domenica 8 gennaio

di | 7 Gennaio 2017

matisse Battesimo del Signore – Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui.
Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare. Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

Commento

Oggi è la giornata liturgica del battesimo del Signore. Ancora un giorno in casa senza muovermi. Fuori fa veramente freddo. Chissà quando cambierà il tempo e verrà un po’ di pioggia. Ma questo non riguarda il battesimo del Signore. Già ieri abbiamo commentato il brano. Oggi vediamo di completare o almeno di aggiungere un ulteriore riflessione. Gesù discese nelle acque dove i battezzati da Giovanni deponevano i propri peccati riemergendone purificati. Lui, l’incontaminato, immergendosi nelle acque, assumeva su di sé il peso dei peccati dell’uomo, aboliva tutte le forme di riscatto rituale espiando per ogni uomo, liberandolo in conseguenza dalle facili purificazioni e indicando che il peccato si espia con il risveglio del germe divino disseminato nella coscienza, portandolo a maturazione nella grandezza dei figli di Dio. Lo Spirito di Dio è sopra Gesù per comunicare a tutti gli esseri nuovi impulsi di grandezza, di nobiltà, di bellezza. Gesù è al centro del cammino dell’uomo. In lui l’umanità sofferente, caotica, deformata dallo spirito di avidità, di potenza, di non-verità, ritrova il suo cammino verso un armonioso equilibrio e una matura illuminazione. Con Gesù inizia l’era dell’amore-comunione, dell’amore gratuito, non deformato da nessuna finalità, dell’amore in sé come modo di essere e come dimensione di pura gioia.

Preghiamo

Preghiamo per tutti coloro che stanno soffrendo a causa del freddo.

4 pensieri su “domenica 8 gennaio

  1. sr Rita

    Caro Don Sandro, rimani in casa e lascia che il Signore faccia la sua parte. Tu aspetti la pioggia. Noi non ne possiamo più della pioggia e temporali che stanno alzando il livello del Rio Iguaçu…lo guardiamo con timore. Fazer o que!!! Gesù scende nell’acqua, si mette in fila coi peccatori e il Padre a questo punto lo definisce: Figlio prediletto. In Gesù anche noi siamo figli amati e salvati. Indegni, ma salvati. Noi domani celebriamo l’Epifania. Che il Signore si manifesti anche attraverso le nostre povere vite.

    Rispondi
  2. Elena

    Una preghiera per tutti coloro che soffrono per il troppo e il troppo poco. Affidiamo al Signore le nostre piccole esistenze e le nostre fragilità….

    Rispondi
  3. Silvia

    La verità…Pilato se lo chiedeva…cos’è la verità? E poi si è dato una risposta tutta sua…appunto deformata! La verità è semplice ma non è facile, cosi come l’amore…semplice non facile. Donaci Signore rinnovata semplicità per accogliere il tuo amore che non ha bisogno di tanti riti e tante storie e tante condizioni… Anche lo spirito di avidità, di potenza ecc ha la sua verità: la morte! Lo spirito dell’amore che è spirito del Signore ha una sola verità: la vita che sconfigge la morte, su una croce. Spirito Santo scendi su di noi e ripeti al nostro cuore “Tu sei mio figlio e ti amo”!
    Buona domenica a tutti, buona festa dell’Epifania a suor Rita!

    Rispondi
  4. sr.Alida

    Sono stata nella mia famiglia d’origine ho perso un pò di collegamento ,son contenta di ritrovarvi .Spero don Sandro che ti riprenda presto..La voce del Padre che si ode dal cielo” Tu sei mio figlio , l’amato ,in cui mi compiaccio ” Ciò che è vero per Gesu’ è vero anche per ciascuno di noi…Dio Padre ci ama con la stessa fiducia..Ogni giorno ad ogni risveglio ,siamop amati ,una dichiarazione d’amore del Padre nei miei confronti ,per me lucignolo dalla fiamma smorta e fragile canna …Non capirò mai abbastanza il dono del Battesimo,.sono ancora in tempo ad unirmi alle intenzioni di oggi.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.