domenica 28 maggio

di | 28 Maggio 2017

 

I discepoli di Emmaus – Arcabas

Ascensione del Signore al cielo – Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. 
Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

Commento

Non voglio entrare in tutte le questioni legate al tema dell’ascensione. Prendo atto del fatto che il vangelo e la vicenda di Gesù si conclude con un gesto che richiede un atto di fede, appunto l’ascensione. Provo invece a ricavare alcuni spunti per la nostra vita. Pensieri deboli, ma pur sempre pensieri. Il primo è legato al fatto che i discepoli vanno in Galilea, luogo della confusione delle genti. Nella confusione della vita possiamo riscoprire il Signore in forme sempre nuove. Nella fragilità, nella incertezza, in tutto quanto è debole, se non cado nella parte della vittima, ritrovo sempre qualcosa di più grande che chiamo Dio. il Signore dentro questa confusione, galilea, ci offre sempre un segno. Il secondo impegno che scaturisce dall’ascensione è che il  credente è un testimone, colui che porta buone notizie, colui che narra la bellezza della vita di Gesù e la bellezza della vita cristiana. Il vero testimone è colui che vive della presenza di Cristo, così da diventare trasparenza limpida, fedele, docile dell’amore di Cristo. Il Cristo ha bisogno ora delle nostre mani per condividere il pane dell’amicizia, come pure per spezzare il pane dell’eucaristia. Il Cristo ha bisogno ora delle nostre labbra per parlare a tutti del regno di Dio. il Cristo salito al cielo ci chiede di camminare verso l’umanità, sicuri della sua presenza buona

Preghiamo

Preghiamo per la pace nel mondo

5 pensieri su “domenica 28 maggio

  1. sr Rita

    Io sono con voi tutti i giorni. E’ come se ci dicesse: in ogni momento puoi contare su di me.
    Cosa può darci fiducia e speranza più di queste parole? Nella mia lunga vita ho sperimentato la verità di questa promessa : ne ringrazio di cuore il Signore e quanti sono stati mediatori di tale parola. Guardiamo il cielo tenendo bene i piedi per terra per vivere l’incarnazione ogni attimo della nostra vita.

    Rispondi
    1. Tiziana e Armida

      ” andate dunque”
      Ciascuno di noi è chiamato alla missione!
      Un grazie per i missionari ed un grosso augurio di buon compleanno a suor Rita

      Rispondi
  2. . Elena

    Alcuni dubitavano…. certo non è sempre facile riconoscerti Signore, ma come non sentirti nel cuore, nonostante la nuova forma nella quale appari? Ci sono incontri così densi della tua presenza, Gesù, così ineluttabilmente tuoi, Signore, nei quali è impossibile non riconoscerti… sguardi, gesti, azioni, vite che parlano del tuo essere con noi, fino alla fine del mondo. È bello questo ritrovarti, non è illusorio e ci dà una grande pace. Tu non sei andato via, ti fai incontrare perché non ci dimentichiamo che ci sei. Sempre! E mai per caso, se ci stiamo un po’ attenti….
    Preghiamo per la pace nel mondo…. e perché il nostro sguardo non resti abbassato verso la terra, ma si levi con fiducia verso il cielo…..

    Rispondi
  3. sr Alida

    “Sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo “…Ascensione … salire :sul monte ,salire a un piano superiore …non per innalzarsi ,ma per attendere lo Spirito che già nei nostri cuori …Gesù ci porta spesso sul monte ,per guardare gli altri ,la vita in modo concreto ,ma diverso dal Suo punto di vista…Mi piace questo riportarci sempre sul monte o ad un piano superiore….E questo lasciarci per salire ? Aumenti la nostra fede per comprendere che non è un lasciarci ,ma un essere più vicino …Possiamo sempre ritrovarlo al di là della confusione ,della nostra fragilità e debolezza …ci dà ogni potere …un immensa fiducia per essergli testimoni ..Questa fiducia fà un granbene alla nostra vita .Grazie ,Signore …Mi unisco alla preghiera per la pace .Un grazie alla vita di sr Rita nel giorno del suo compleanno e un affettuoso augurio .

    Rispondi
  4. . Elena

    Auguri sr Rita!!!! Un abbraccio forte con l’augurio dal cuore che ogni tua parola ed ogni tuo gesto possano essere semi di pace e di gioia per le molte persone che incontri ogni giorno. Il Signore ti accompagni sempre e ti sostenga con il suo Spirito di amore!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.