domenica 24 febbraio

di | 23 Febbraio 2019

chagall giuseppe 7 domenica T. Ordinario- Dal vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:  «A voi che ascoltate, io dico: amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi trattano male. A chi ti percuote sulla guancia, offri anche l’altra; a chi ti strappa il mantello, non rifiutare neanche la tunica. Da’ a chiunque ti chiede, e a chi prende le cose tue, non chiederle indietro. E come volete che gli uomini facciano a voi, così anche voi fate a loro. Se amate quelli che vi amano, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori amano quelli che li amano. E se fate del bene a coloro che fanno del bene a voi, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se prestate a coloro da cui sperate ricevere, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori concedono prestiti ai peccatori per riceverne altrettanto. Amate invece i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e la vostra ricompensa sarà grande e sarete figli dell’Altissimo, perché egli è benevolo verso gli ingrati e i malvagi. Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso. Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati. Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio».

Commento

il  brano di Luca – continuazione di quello letto domenica scorsa – presenta la legge fondamentale del Vangelo di Gesù: Amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono…. È il comandamento dell’amore che perdona, che è imitazione dell’amore generoso del Padre celeste, che rende figli dell’Altissimo, che è benevolo verso gli ingrati e i malvagi. Un insegnamento sintetizzato con la frase: Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso. Con l’aggiunta: Non giudicate… non condannate; perdonate…, e la promessa del premio di Dio a chi si comporterà così. In altre parole: la vita cristiana è fatta di amore, di benedizione, di perdono: è questa la strada per essere noi, a nostra volta, amati, benedetti e perdonati da Dio. In questo brano evangelico, la parola che appare più significativa è quel come a cui si aggiunge la seconda, così: Come volete che gli uomini facciano a voi, così anche voi fate a loro. È la premessa dell’insegnamento fondamentale: Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso. Come il Padre: è possibile Con le sole forze umane, no; con la grazia e la forza di Dio, sì. Ecco il senso vero e pieno della vita cristiana: essere come Dio, nell’amore, nel perdono, nella vita. Un cammino che non può e non deve fermarsi mai.

Preghiamo

Preghiamo per Lidia che compie gli anni

3 pensieri su “domenica 24 febbraio

  1. Anonimo

    Vivere da cristiani è un’esperienza bellissima e anche molto difficile. Ma l’amore di Dio e la sua misericordia riempiono di significato ogni fatica, ogni sfida alla mediocrità, ogni tentativo anche non proprio centrato su cui si può lavorare, ricercare e ritrovare nuovamente il bello dell’essere abitati da Lui.
    Auguri a Lidia, un abbraccio forte e un grazie per tutto ciò che è!
    Una preghiera per Loredana e Nicoletta…

    Rispondi
  2. sr Alida

    Come volete che facciano a voi così fate a loro …..tutte le qualità descritte qui racchiuse per me è semplicemente dire vuoi divenire figlia del Padre sii così,segui l’esempio del Figlio .Da noi soltanto non è possibile ,con la forza e la fiducia che Dio ha in noi SI…..unendomi alla preghiera per Lidia ,preghiamo per questi giorni di incontro del Papa con i vescovi per il discorso violenza sui minori ….e abusi vari

    Rispondi
  3. sr rita

    Ieri non funzionava il computer. Oggi chiedo una preghiera per Sr Teresilde che ci ha asciato dopo una lunga e bella vita ricca di umanità e attenzione ai piccoli e ai poveri.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.