confusione

di | 5 Novembre 2020

Stavo cercando di organizzare i miei pensieri, ma mi sono accorto di essere confuso. Sono come quando sul desktop ci sono troppe e disorganizzate icone e alla fine non ci capisco più niente e non so bene che cosa cercare, o meglio non riesco a trovare quello che cerco. Saranno i mille impegni, sarà l’ansia di capire che cosa succederà e che cosa si potrà fare nei prossimi giorni, sarà il fatto che ormai vivo giorno dopo giorno che alla fine mi si confondono le idee nella testa. A me sembra però che tutti siamo confusi. Il mondo è confuso. È inutile che proclamiamo di mettere chiarezza in tutto. È inutile che cerchiamo di semplificare. È inutile che cerchiamo di rendere tutto leggero. Ed è pienamente inutile che sogniamo di star fuori da questo mondo, sogniamo di fuggire da questa complessità. Chi fugge tale complessità è come l’adolescente che fugge la responsabilità. Certo non devo farmi venire il mal di testa per tutto questo. Non riesco ad andare oltre oggi, giro e rigiro e mi trovo tra la mani questa confusione di cose e di idee che non riesco a mettere in ordine. Non so bene quale idea prendere per prima e da lì incominciare a dipanare tutta la matassa di pensieri. Vorrei vivere tranquillo, ma so che questo tempo, anche se ci costringe a fermarci, non ci lascia tranquilli. So che le preoccupazioni crescono sempre di più. so che il cammino si fa incerto. E allora? L’unica cosa che mi sento di dire è che dobbiamo aiutarci a star dentro questa confusione. Aiutarci vuol dire darci una mano, non rimaniamo soli dentro questa confusione. Sentiamoci fratelli, e così riusciremo a star dentro nella confusione. Davvero aiutiamoci tutti

Un pensiero su “confusione

  1. sr Alida

    Mi sembra non ci sia altra strada che l’aiuto fraterno e il tenerci un po’ su di morale nonostante tutto.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.