Venerdì 9 febbraio

di | 8 Marzo 2018

profeta geremia iconaVenerdì 9 febbraio – Ger 14,19- 15,9                                             

19 Hai forse rigettato completamente Giuda, oppure ti sei disgustato di Sion? Perché ci hai colpito, e non c’è rimedio per noi? Aspettavamo la pace, ma non c’è alcun bene, l’ora della salvezza ed ecco il terrore! 20 Riconosciamo, Signore, la nostra iniquità, l’iniquità dei nostri padri: abbiamo peccato contro di te. 21 Ma per il tuo nome non abbandonarci, non render spregevole il trono della tua gloria. Ricordati! Non rompere la tua alleanza con noi. 22 Forse fra i vani idoli delle nazioni c’è chi fa piovere? O forse i cieli mandan rovesci da sé ? Non sei piuttosto tu, Signore nostro Dio? In te abbiamo fiducia, perché tu hai fatto tutte queste cose”. 1 Il Signore mi disse: “Anche se Mosè e Samuele si presentassero davanti a me, io non mi piegherei verso questo popolo. Allontanali da me, se ne vadano!”. 2 Se ti domanderanno: “Dove andremo?” dirai loro: Così dice il Signore: Chi è destinato alla peste, alla peste, chi alla spada, alla spada, chi alla fame, alla fame, chi alla schiavitù, alla schiavitù. 3 Io manderò contro di loro quattro specie di mali – parola del Signore – : la spada per ucciderli, i cani per sbranarli, gli uccelli dell’aria e le bestie selvatiche per divorarli e distruggerli. 4 Li renderò oggetto di spavento per tutti i regni della terra a causa di Manàsse figlio di Ezechia, re di Giuda, per ciò che egli ha fatto in Gerusalemme. 5 Chi avrà pietà di te, Gerusalemme, chi ti compiangerà? Chi si volterà per domandarti come stai? 6 Tu mi hai respinto, dice il Signore, mi hai voltato le spalle e io ho steso la mano su di te per annientarti; sono stanco di avere pietà. 7 Io li ho dispersi al vento con la pala nelle città della contrada. Ho reso senza figli e ho fatto perire il mio popolo, perché non abbandonarono le loro abitudini. 8 Le loro vedove sono diventate più numerose della sabbia del mare. Ho mandato sulle madri e sui giovani un devastatore in pieno giorno; d’un tratto ho fatto piombare su di loro turbamento e spavento. 9 E’ abbattuta la madre di sette figli, esala il suo respiro; il suo sole tramonta quando è ancor giorno, è coperta di vergogna e confusa. Io consegnerò i loro superstiti alla spada, in preda ai loro nemici”. Oracolo del Signore.

Commento

Sono parole drammatiche, tristi, cariche di una sofferenza unica. Aspettavamo la pace, ma non c’è alcune bene. Questa preghiera del profeta esprime in maniera perfetta la situazione del popolo, esprime in maniera chiara il rapporto che esiste tra Dio e il suo popolo. Sembra di trovarsi davanti a un inevitabile fallimento, come a un’impossibilità: queste “nozze”, questa comunione d’amore tra Dio e Israele, non possono riuscire. Forse il culmine dell’invocazione è “Ricordati! Non rompere la tua alleanza con noi”. Avvertiamo qui la profezia della via scelta dal Signore per far sì che l’alleanza non si rompa e sia “eterna”: “Fate questo in memoria di me”. L’alleanza che noi custodiamo per sempre, “ricordando” al Padre il sacrificio d’amore del suo Figlio Gesù.  Ma sappiamo che questo sacrificio di amore, questa alleanza eterna è la croce di Gesù.

Preghiamo

Preghiamo per Rosa

3 pensieri su “Venerdì 9 febbraio

  1. . Elena

    Davvero terribili le parole espresse in questo brano. Quanta durezza e quanto dolore! Ce n’è per tutti!
    Invocare la pietà mi sembra l’unica cosa possibile, anche sapendo già cge non c’è via di scampo. Mi piace ricordare il Dio della misericordia, del perdono, quello dal volto amorevole e compassionevole che ci è stato consegnato da Gesù.
    Preghiamo per tutti coloro che si sentono perduti nelle vicende della vita.

    Rispondi
  2. srAlida

    Riconosciamo la nostra iniquità ,ma in Te abbiamo fiducia ,Signore ,non abbandonarci ,non rompere la tua alleanza …Con voi prego per Rosa ,per chi si sente perduto e per le persone che chiedono la nostra preghiera .

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.