sabato 7 maggio

di | 6 Maggio 2016

 avvento boseMarco 9,41    

41 Chiunque infatti vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, in verità io vi dico, non perderà la sua ricompensa.

Commento

Il papa parlando all’Europa ha fatto il miglior commento possibile a questo brano di Vangelo. ha detto infatti ricevendo il premio Carlo Magno: un’ Europa dove essere migranti non sia un delitto. Gesù infatti ci invita ad un’accoglienza ampia e profonda. Nell’esempio di questo “bicchiere d’acqua”, infatti, i discepoli non sono più solo testimoni, ma sono addirittura beneficiari di un piccolo gesto di amore. Questo “fioretto” minimo avrà la sua massima espressione quando il Figlio dell’uomo verrà nella sua gloria, e saranno giudicati tutti i popoli della terra, tutte le genti che non avranno conosciuto direttamente Gesù, ma lo avranno beneficato – o, al contrario, lo avranno trascurato – e i discepoli allora saranno chiamati “questi miei fratelli più piccoli”. Non solo quindi i discepoli di Gesù devono essere ultimi di tutti e servitori di tutti, non solo devono accogliere tutti come si accoglie un bambino , non solo non devono respingere chi non sembra ancora pienamente unito a loro,moggi addirittura si dice che devono lasciarsi visitare e beneficare da chiunque, perché se uno avrà dato loro anche solo un bicchiere d’acqua perché sono di Cristo, “non perderà la sua ricompensa”.

Preghiamo

Preghiamo per Federico che è in ospedale  e per Chiara che oggi fa la cresima

7 pensieri su “sabato 7 maggio

  1. Tiziana

    Pensavo al gesto semplice e bello del dar da bere. Forse non servono azioni eclatanti, basterebbe cominciare ad offrire e a saper ricevere un semplice sorriso, un piccolo gesto di cura e attenzione. E saremmo meno lontani fra noi e le nostre giornate parlerebbero più di Te, Gesù.

    Rispondi
  2. sr Rita

    Penso a tutte le persone che vengono nella nostra casa a chiedere cibo e vestiti….Qualche volta oso commentare con loro: ma quando riuscirai a provvedere col tuo lavoro al mantenimento tuo e dei tuoi figli? Non è dignitoso continuare a vivere di elemosina….Qualcuno mi dà ragione, ma pochi gionri dopo è di nuovo qui…Altri dicono che non c’è lavoro, oppure che lavorano ma non vengono pagati.Io so che non è tutto vero quello che mi dicono, ma alla fine io do quello che posso e dico a tutti: Deus te abençoe. E vanno via contenti. Assistenzialismo? Promozione umana ? Carità? A volte fatico a metterli insieme. Ma andiamo avanti,, così come possiamo. Preghiamo anche per chi non può o non vuole fare a meno dei nostri bicchieri d’acqua.

    Rispondi
  3. Elena

    Acqua…. vita…
    Offrire un poco di acqua è il gesto di ancora vuole regalare un respiro di vita. È l’ ultima cosa che riesci ad offrire all’ uomo terminale morente , anche solo attraverso un fazzoletto intriso del prezioso elemento. Allora, quanta vita ho accolto, quanta ne ho negata? Quanta ne ho ignorata? Di quanta me ne sono fatta carico? Di quanta vita mi.sono presa cura?
    Forza Federico! Preghiamo con e per te!
    Auguri Chiara, che accarezziamo col pensiero!
    Ricordo tutti i genitori nel loro ruolo bello e difficilissimo!
    Elena

    Rispondi
  4. Anonimo

    Grazie del pensiero per Chiara!!
    …che lo Spirito Santo faccia di lei un capolavoro d’amore…

    Rispondi
  5. sr Alida

    Un bicchiere d’acqua..nel mio nome …siete di Cristo…..in un solo versetto quanta ricchezza di pensiero ,di vita …Dare e ricevere un gesto d’amore….i piccoli,umili gesti d’amore ,che rendono belle le nostre giornate…..ognuno di noi appartiene al Signore ..in suo nome ,nulla ci dovrebbe mancare….Dammi occhi e cuore ,Signore ,”per adoperare tutti quei modi ,che la Tua carità ,la tua tenerezza ,mi insegna ,riconoscente a Te che ci rendi dono……Una preghiera per Federico e per tutti gli ammalati gravi .E’ tempo di Cresime e prime Comunioni ,che Maria ,accompagni la vita dei bambini e dei ragazzi ,ad un indimenticabile incontro con il Figlio…Che sale al Padre ,ma ci invia lo Spirito Santo.

    Rispondi
  6. Silvia Coter

    “nel mio nome”! E qual è il tuo nome o Signore? Gesù, colui che salva e che salva per amore. Dio è amore. Il tuo nome Signore è amore! E c’è tanta gente che pur non essendo nella “chiesa” o come li vuole la “chiesa”, dà tanto tanto amore, dà per amore, pur nel limite delle umane debolezze, dà nel tuo Nome Signore, da a tutti senza discriminare.
    Auguri per Chiara e forza Federico!

    Rispondi
  7. sr Alida

    Mi è concesso di scrivere solo ora ,oggi ha fatto le bizze…….
    Un bicchiere d’acqua ..nel mio nome ..siete di Cristo..In un versetto quanta ricchezza quanta vita…..Ricevere e dare piccoli u mili gesti d’amore che formano il quotidiano Ognuno di noi appartiene al Signore non dovrebbe mancarci nulla..Donami occhi e cuore” per adoperare tutti quei modi che la tua carità e la tua tenerezza,mi insegnerà.Riconoscente a Te ,che ci rendi dono. ho ricordato Federico,tutti gli ammalati,sopratutto i piu’ gravi,Per Chiara e per tutti i bambini e i ragazzi che per la prima volta ricevono ricevono Gesu’,o il sacramento della Cresima.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.