sabato 6 giugno

di | 6 Giugno 2020

At 2,1-4

1 Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. 2 Venne all’improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso, e riempì tutta la casa dove stavano. 3 Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano, e si posarono su ciascuno di loro, 4 e tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi.

Commento

Questa festa della Pentecoste che è qui narrata è il contrario della vicenda narrata in Genesi della torre di Babele. In quel racconto tutti facevano lo stesso lavoro, parlavano la stessa lingua, insomma nella torre di Babele tutto era uguale. Nella pentecoste vi è l’esaltazione delle diversità, delle molte lingue, dello spirito che si divide come lingue di fuoco sugli apostoli, di un coraggio rinnovato. La festa di Pentecoste è, nella tradizione più antica, festa del raccolto, e nella vicenda del popolo di Dio si qualifica come festa della Legge, festa del dono della Parola. La vita umana nutrita dal pane e dal pane della Parola di Dio. La vita meravigliosa che il Signore ci ha dato! Viene sottolineata l’unità: tutti insieme nello stesso luogo”.  Ma un’unità di popoli che vengono da tutti i luoghi della terra. Una unità che nasce dalla diversità. Qui si tratta di una unità che nasce dal valorizzare le singole identità. La chiesa incontra fin dall’inizio la diversità, ma non      le chiude in semplice schema dove tutto diventa uguale, anzi fa in modo di valorizzare queste diversità. La chiesa ha sempre cercato il modo di tenere insieme unità e diversità. L’unità della chiesa è costruita  sulla parola e sull’eucarestia, non sulle idee che si assomigliano. Cercare oggi l’unità vuol dire ritrovarla ancora una volta nella parola e nell’eucarestia

Preghiamo

Preghiamo per l’unità della chiesa.

2 pensieri su “sabato 6 giugno

  1. Sr. Rita

    I discepoli stanno insieme quando giunge lo Spirito Santo. Ma ciascuno riceve lo Spirito. Una comunione Che non azzera lê diversita’. Questa é la sfida anche per noi oggi. Spirito scendi su noi e costruisci lê nostre comunita di persone Che credono.

    Rispondi
  2. sr Alida

    Il tuo Spirito Signore ci faccia scoprire i diversi doni che fanno unità in noi e negli altri ,e portati ,offerti sul tuo altare formino la Chiesa ,e nella diversità delle note sappiamo accogliere tutti e ciascuno Amen.Per l’unità della Chiesa unisco la mia preghiera

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.