sabato 30 marzo

di | 29 Marzo 2019

la lettricesalmo 23

Titolo  APPARTIENE AL SIGNORE LA TERRA

Sottotitolo

Pure se il velo del Tempio
si è rotto alla sua morte
e la «Presenza» ora si posa sopra un patibolo,
anche se più non credete, o pellegrini,
aiutateci a cantare ad altra gloria.

Di Davide. Salmo.

Del Signore è la terra e quanto contiene:
il mondo, con i suoi abitanti.

2 È lui che l’ha fondato sui mari
e sui fiumi l’ha stabilito.

3 Chi potrà salire il monte del Signore?
Chi potrà stare nel suo luogo santo?

4 Chi ha mani innocenti e cuore puro,
chi non si rivolge agli idoli,
chi non giura con inganno.

5 Egli otterrà benedizione dal Signore,
giustizia da Dio sua salvezza.

6 Ecco la generazione che lo cerca,
che cerca il tuo volto, Dio di Giacobbe.

7 Alzate, o porte, la vostra fronte,
alzatevi, soglie antiche,
ed entri il re della gloria.

8 Chi è questo re della gloria?
Il Signore forte e valoroso,
il Signore valoroso in battaglia.

9 Alzate, o porte, la vostra fronte,
alzatevi, soglie antiche,
ed entri il re della gloria.

10 Chi è mai questo re della gloria?
Il Signore degli eserciti è il re della gloria.

Commento

Si tratta di un salmo molto antico e veniva usato come preghiera per essere ammessi alla liturgia del tempio di Gerusalemme. La prima parte canta le lodi al Dio creatore. Poi vengono descritte le condizioni per poter accedere al tempio, luogo dove si manifesta Dio. Il salmo ha il tono di una marcia che accompagna la processione sacra. il corteo che sale al tempio si arresta alle sue porte dove i sacerdoti elencano le tre condizioni per accedere al culto: mani innocenti e cuore puro, chi non pronuncia menzogna, chi non giura a danno del suo prossimo.  A questo punto le porte del Tempio sono invitate a spalancarsi, sollevando i loro frontoni e i loro archi per accogliere il Re della Gloria che entra nel suo Tempio. Forse il testo riflette la prassi liturgica della processione con l’Arca dell’alleanza. I cristiani delle prime comunità usavano questo salmo come liturgia per l’aurora, per il giorno che nasceva. Questa abitudine è rimasta in chi celebra ogni giorno la preghiera della chiesa. Questo salmo è detto invitatorio perché ci invita a lodare il Signore all’inizio del giorno.

Preghiamo

Preghiamo per tutte le famiglie.

3 pensieri su “sabato 30 marzo

  1. sr rita

    Alzare i portali…aprire le porte perché entri il Re della gloria. Quali sono le porte che dobbiamo aprire, quali portali da alzare? Questo tempo di quaresima ci continua ad invitare alla conversione. Io penso che ciascuno, secondo la sua condizione, convertendosi alza i portali…apre le porte perché il Signore trovi spazio nella sua vita. Il Signore possa entrare nella nostra preghiera, nelle nostre relazioni, nei nostri solchi profondi dove c’è bisogno di salvezza.
    Oggi e domani io sarò a Joinville, nello stato di Santa Catarina per ritiro e prima promessa di 6 uomini e donne che entrano nella Fraternità laica Luigi Palazzolo. Una preghiera per loro.

    Rispondi
  2. Anonimo

    Preghiamo per tutte le famiglie e perché possiamo accogliere il Signore che viene con un cuore rinnovato nella conversione della quaresima. Chi può dirsi puro davanti a Dio?
    Una preghiera per don Roberto!

    Rispondi
  3. sr Alida

    Del Signore è la terra e quanto contiene ….quindi lo possiamo incontrare ovunque e in chiunque se lo sguardo è pulito e il cuore buono e onesto con se’ e con gli altri ….Doni il Signore la consapevolezza della sua presenza ,perchè questo avvenga .prego per le famiglie ,per don Roberto,per le 6 persone della Fraternità don Luigi Palazzolo…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.