re davide

di | 15 Ottobre 2020

Faccio un salto di qualche secolo in avanti.. Non più patriarchi, ma re. In particolare il re Davide. Viene scelto come re non perché era grande, forte, potente, ricco, autoritario, ma perché così ha voluto il Signore per mano del profeta Samuele. E poi perché era di bell’aspetto con occhi chiari e fulvo di capelli. Forse, anzi senza forse, era anche furbo e capace di arrangiarsi così bene nella vita fino a diventare re di Israele. Sapeva usare la fionda, arma innocua, con la quale io cacciavo qualche passerotto, ma che non prendevo mai. Ed invece lui con la fionda ha sistemato il gigante Golia che sembravo un carro armato da guerra dei filistei con tutta la sua potente armatura. E Davide era solo con la sua fionda, la sua furbizia, la sua agilità. È sempre stata così la sua vita: sembrava un semplice ed invece era un grande, sembrava un ragazzino ma ha fatto grande uno stato: quello di Israele. A lui sono attribuiti la maggior parte dei salmi della sacra scrittura, di fatti era anche cantante di salmi. Ma era anche un uomo, un re, pieno di miseria, di fragilità e di debolezze. Non esitò a mandare il suo miglior amico e generale in guerra in prima linea, per prendersi la sua moglie. Aveva una grande capacità di gestire eserciti, territori, città, ma era un disastro con la sua famiglia ed in particolare con i suoi figli. Fa guerra ad uno dei suo figli che si ribella contro di lui, ma quando gli viene portata la notizia che questo suo figlio era morto non esulta, ma piange in maniera inconsolabile. Era l’uomo che viveva e si nutriva delle contraddizioni più grandi e impensabili. Eppure è stato identificato come il capostipite del Messia Salvatore che il popolo ancora oggi attende. E quando Gesù dichiara di essere lui il messia utilizza lui stesso il titolo davidico, osanna al filgio di Davide, canta la gente quando entra in Gerusalemme. Vi è un particolare bellissimo e che mi ha insegnato molto della vita di questo uomo, di questo re. Ogni volta che combinava un guaio sapeva ammettere il suo errore e si rimetteva nelle mani del Signore. Non era solo furbo, ma anche e soprattutto sincero. Un re sincero è strano non è vero? Anche io combino disastri, ma non sempre lo ammetto e non sempre chiedo scusa e rimetto tutto nelle mani del Signore. Questo era Davide grandezza e miseria insieme e fiducia piena nel suo Dio a cui ritornava per cantare, lodare, ringraziare e chiedere il perdono. Sue sono le famose parole: pietà secondo la tua infinita tenerezza, per quanto le viscere hai ricolme d’amore cancella le mie infedeltà, lavami e raschia via la mia colpa, fammi mondo dal mio peccato. Le mie trasgressioni io le riconosco, il mio peccato mi sta sempre davanti. pietà di me Signore, perdona il mio peccato anche se grande. Un re che chiede perdono? Un po’ strano non è vero? Ma forse è per questo che Dio lo ha scelto come re, forse è per questo che era amato dal suo popolo. Davide mi insegna che il Signore opera la sua salvezza attraverso ciò che è debole e disprezzato e chi è orgoglioso e prepotente è, invece, scaraventato nella polvere perché ha provocato colui che è l’ Onnipotente.

2 pensieri su “re davide

  1. sr rita

    Davide è il secondo il cuore di Do. Ma secondo il cuore di Dio perché Dio lo custodisce, lo accompagna, fa sorgere in lui il bisogno del perdono e della gioia della lode. Essere secondo il cuore di Dio non significa, per Davide e per noi oggi, essere senza peccato, senza tentazioni, senza meschinità miste a cose belle e sincere. E’ Dio che ci fa un poco per volta secondo il suo cuore.

    Rispondi
  2. Dania

    Credo nelle piccole cose perché è in quelle che si racchiude il senso di una vita, in ciò che è piccolo perché lascia intravedere la Grandezza di Dio.
    È quando si è deboli che si è forti, non della propria forza ma della Forza di Dio che viene a colmare i nostri vuoti, le nostre mancanze e piccolezze per fare nuova ogni cosa, anche la nostra vita, se lo desideriamo.
    Convertici ogni giorno Signore e fai convergere sempre più il nostro sguardo su di Te e su ogni cosa in cui Ti nascondi, che sarà sicuramente piccola.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.