perseveranza

di | 24 Settembre 2020

Forse la parola perseveranza è più un pretesto, una scusa per arrivare ad altro. O forse davvero la perseveranza è il tema di oggi. Guardo le mie piante da cui hanno rubato le prugne e capisco che sono un po’ malate. Corro per diverse cose e capisco che non ho più energie. poi la sera sento narrare un’ infinità di storie di vita dentro un gruppo di persone che parlano del tempo del covid. Tutto bello, tutto essenziale. E in mezzo a tutto questo tante cose da sbrigare e fa fare. Ma il mio pensiero finale va a quelle povere piante che ho trascurato per mille altre cose da sbrigare. E un po’ mi dispiace, perché alla fine non riesco mai a stare sul pezzo fino alla fine. Secondo me sono rare le persone che stanno sul pezzo fino alla fine. E chi ci riesce è perché porta con se l’abito, l’abitudine, la virtù della perseveranza. Oggi traduco così la perseveranza. Guardo le mie piante e mi fido che possano dare frutti buoni nel tempo e quindi persevero nella fiducia nei loro confronti. Contemporaneamente le piante guardano me e si fidano del fatto che io mi curo di loro nel tempo, non le abbandono, persevero nella loro cura e attenzione. il figlio guarda il padre e si fida che possa perseverare fino alla fine nella cura di quel figlio. l’amante guarda l’amato e crede che quell’amore reciproco possa essere perseverante, per sempre. Ed invece io e gli esseri umani in generale toppiamo quando si tratta di mantenere promesse a vita, per sempre. Non siamo costanti e perseveranti. Ma questo fatto della mancanza di perseveranza come atto di fiducia reciproca tra uomini genera conseguenze negative nelle relazioni: io che sono responsabile dell’altro, quando manco di perseveranza in questo senso di responsabilità, faccio del male all’altro e di conseguenza viene a cadere la fiducia, si genera sfiducia, che traduco così: tu non mantieni le promesse. Signore, donami non di amare le mie piante, gli uomini e la vita, perché so che nel mio cuore c’è questo amore, ma di essere perseverante in questo amore, di modo che si possa generare fiducia piena e reciproca che produce vita buona e non male senza fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.