mercoledì 6 settembre

di | 5 Settembre 2017
abramo

Icona con il volto di Abramo

Mercoledì 6 settembre 2017 – Genesi  25,1-18           

 1 Abramo prese un’altra moglie: essa aveva nome Chetura. 2 Essa gli partorì Zimran, Ioksan, Medan, Madian, Isbak e Suach. 3 Ioksan generò Saba e Dedan e i figli di Dedan furono gli Asurim, i Letusim e i Leummim. 4 I figli di Madian furono Efa, Efer, Enoch, Abida ed Eldaa. Tutti questi sono i figli di Chetura.5 Abramo diede tutti i suoi beni a Isacco. 6 Quanto invece ai figli delle concubine, che Abramo aveva avute, diede loro doni e, mentre era ancora in vita, li licenziò, mandandoli lontano da Isacco suo figlio, verso il levante, nella regione orientale.  7 La durata della vita di Abramo fu di centosettantacinque anni. 8 Poi Abramo spirò e morì in felice canizie, vecchio e sazio di giorni, e si riunì ai suoi antenati. 9 Lo seppellirono i suoi figli, Isacco e Ismaele, nella caverna di Macpela, nel campo di Efron, figlio di Zocar, l’Hittita, di fronte a Mamre. 10 È appunto il campo che Abramo aveva comperato dagli Hittiti: ivi furono sepolti Abramo e sua moglie Sara. 11 Dopo la morte di Abramo, Dio benedisse il figlio di lui Isacco e Isacco abitò presso il pozzo di Lacai-Roi. 12 Questa è la discendenza di Ismaele, figlio di Abramo, che gli aveva partorito Agar l’Egiziana, schiava di Sara. 13 Questi sono i nomi dei figli d’Ismaele, con il loro elenco in ordine di generazione: il primogenito di Ismaele è Nebaiòt, poi Kedar, Adbeèl, Mibsam, 14 Misma, Duma, Massa, 15 Adad, Tema, Ietur, Nafis e Kedma. 16 Questi sono gli Ismaeliti e questi sono i loro nomi secondo i loro recinti e accampamenti. Sono i dodici principi delle rispettive tribù. 17 La durata della vita di Ismaele fu di centotrentasette anni; poi morì e si riunì ai suoi antenati. 18 Egli abitò da Avìla fino a Sur, che è lungo il confine dell’Egitto in direzione di Assur; egli si era stabilito di fronte a tutti i suoi fratelli.

Commento

In questo testo è narrata l’ultima parte della vita di Abramo. Le nuove nozze con Chetura da cui avrà diversi figli, la spartizione della sua ricchezza e la sua morte. Ed infine ancora un elenco di generazioni, compresa quella di Ismaele. Mi soffermo sulla morte di Abramo, il testo dice vecchio, sazio di giorni e felice. Possiamo dire che Abramo ha vissuto in pienezza la sua storia e vive in pienezza anche il passaggio della morte. Questa pienezza di vita è che Abramo si riunì ai suoi antenati. Niente di strano se non che l’espressione ha come significato quello di un ritorno in mezzo a tutti i popoli. Abramo  è veramente padre di tutti popoli della terra per sempre, per l’eternità.  Riguardo alla spartizione delle sue ricchezze si segue un ordine ben preciso: tutti i suoi beni ad Isacco, come figlio legittimo, come figlio della promessa. Agli altri diede diversi doni. Il testo sottolinea che lì mandò lontano. Anche in questo genesi è matrice di tutte le storie. Questo mandarli lontano è segno delle questioni, dei litigi dovuti all’eredità. Meglio dividere e dare a ciascuno un pezzo. Dicevo che anche in  questo genesi è matrice di tutte le storie. Quante questioni legate alle eredità anche per tanti di noi! A seppellirlo sono i due figli capostipiti di due popoli, Isacco e Ismaele, (ebrei e arabi) che anche oggi non si vogliono bene, e che entrambi risalgono alla medesima paternità. La discordia tra loro non può far dimenticare che, nei loro stessi “Libri Sacri”, sono indicati come discendenti da Abramo, e quindi fratelli. Interessante come Ismaele si era stabilito di fronte a tutti i suoi fratelli” questo stare di fronte a volte è segno di pace a volte segno di discordia.

Preghiamo

Preghiamo per il popolo arabo e per quello ebraico.

3 pensieri su “mercoledì 6 settembre

  1. Luca

    La dipartita di Abramo mi ricorda i miei nonni, tornati al padre a età è in contesti diversi, ma tutti con una duplice tensione: quella verso i cari già trapassati da raggiungere e quella x sistemare il futuro dei figli e i rapporti tra loro.
    Come dice don Sandro, genesi è matrice di tutte le storie.
    Prego x i popoli del medio Oriente e x tutti i nostri defunti.

    Buona giornata a tutti!

    Rispondi
  2. sr Alida

    Oggi come 36 anni fà ricordo la mia prima Professione ,ringrazio il Signore per la Sua fedeltà…Dio Padre è stato fedele per Abramo ,anche nel brano di oggi,è evidente la promessa del Signore nel renderlo padre di molti popoli …..e ricorda a me che siam figli dello stesso Padre ….Rimettici sempre in cammino,Signore su ciò che è la vera pienezza dei nostri giorni
    Ricordaci quale è la vera eredità….cui son giunti chi ci ha preceduto …
    Mi unisco alla preghiera per il popolo arabo ed ebraico e per tutti i defunti .

    Rispondi
  3. . Elena

    Mi unisco alle preghiere comuni e ricordo Anna, mamma della ia amica, tornata ai suoi antenati e che riposa, infine, nel Signore. Possiamo anche tutti noi tornare al Signore dopo una vita sazia di ogni cosa bella e buona.
    Una preghiera per tutti i popoli di ogni confessione religiosa.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.