mercoledì 3 giugno

di | 2 Giugno 2020

At 1,6-11                                                                                        6 Quelli dunque che erano con lui gli domandavano: «Signore, è questo il tempo nel quale ricostituirai il regno per Israele?». 7 Ma egli rispose: «Non spetta a voi conoscere tempi o momenti che il Padre ha riservato al suo potere, 8 ma riceverete la forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi, e di me sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino ai confini della terra». 9 Detto questo, mentre lo guardavano, fu elevato in alto e una nube lo sottrasse ai loro occhi. 10 Essi stavano fissando il cielo mentre egli se ne andava, quand’ecco due uomini in bianche vesti si presentarono a loro 11 e dissero: «Uomini di Galilea, perché state a guardare il cielo? Questo Gesù, che di mezzo a voi è stato assunto in cielo, verrà allo stesso modo in cui l’avete visto andare in cielo».

Commento

La domanda che pongono quelli che erano con Lui: «Signore, è questo il tempo nel quale ricostituirai il regno per Israele?» indica un passaggio molto importante. Con la resurrezione di Gesù è come se fossimo entrati in un nuovo tempo. Il tempo della grazia e della chiesa. Cosa vuol dire? Che la domanda posta ormai è come inutile, perché non c’è più bisogno di capire quando arriverà il tempo in cui il regno verrà ricostruito. In Gesù è già presente questo regno e tale regno si rende vivo nella chiesa che sta nascendo. Il passaggio sta qui: la chiesa diventa il luogo della manifestazione del regno di Dio. Attenzione: la chiesa non è la salvezza. È Dio Padre che salva l’uomo, la comunità dei cristiani è il segno della presenza di Dio nel mondo. È la  testimonianza del regno di Dio che è la sua tenerezza, la sua misericordia. Quindi il tempo è adesso. Il tempo della testimonianza del vangelo nel mondo. Il testo ci dice che lo spirito santo ci darà forza per arrivare ai confini del mondo. Questa forza non è quella del mondo che sembra che più è forte più vince. Questa è la forza di chi si assume la responsabilità di amare fino alla fine come ha fatto Gesù. Noi non porteremo in tutto il mondo il potere della forza, ma quello della carità, il potere della misericordia. Le comunità cristiane dell’inizio, quelle raccontate nel libro degli atti avevano ben chiaro questa cosa è cercarono con tutte le loro forze di essere testimoni non di loro stesse, ma di Dio e del Suo amore. Noi oggi siamo la continuità di questa testimonianza.

Preghiamo

Preghiamo per la pacificazione d tutti i popoli.

4 pensieri su “mercoledì 3 giugno

  1. Elena

    Gli uomini cercano i segni comprensibili agli uomini. Gesù li riporta ad una dimensione più alta. È come se dicesse a ciascuno : ” Adesso sai cosa fare, assumiti la responsabilità, datti da fare, perché il Regno di Dio ha bisogno di te, del tuo lavoro, del tuo impegno, della tua stessa vita ” . Cose non da poco…
    Adesso tocca a noi! Nel momento in cui sono consapevolmente cristiana, tocca a me assumermi la responsabilità e l’impegno di far vivere la volontà di Dio, del calarla nella vita di tutti i giorni, di farla diventare testimonianza viva di perdono, di misericordia, di carità, di amore. Tocca a me, insieme a tutti gli altri, realizzare il Regno di Dio. Ti chiedo, Signore, la forza della fede costante, la fedeltà e la duttilità nel cogliere e vivere la testimonianza dell’essere figlia amata.

    Rispondi
  2. Pinuccia

    Il tempo è adesso ! E lo Spirito Santo ci da la forza di portare la testimonianza del regno di Dio che è la sua tenerezza e la sua misericordia. A me capita a volte di avere paura di questa tenerezza e misericordia, paura di sbagliare, di far soffrire gli altri, di non essere capiti…. forse è solo la paura di arrivare fino alla fine, di s ad mare fino alla fine come ha fatto Gesù.
    Preghiamo per la pacificazione di ogni cuore e di tutti i popoli.

    Rispondi
  3. sr Alida

    E’ tempo di vivere nello Spirito e nella grazia ,con passione ed amore al di là di come ci possiamo sentire ,al di là del punto del mio povero cammino è sempre tempo di ricominciare per se e per gli altri.Con voi prego per la pacificazione dei cuori e dei popoli.

    Rispondi
  4. Sr. Rita

    Fissare il cielo. Interrogarsi sui tempi. Testimoniare in Gerusalemme e fino aí confini della terra. Mettere insieme queste responsabilita ‘ non fu facile neppure per i discepoli di quel tempo…immaginiamo oggi. Spirito Santo promesso e inviato.anche a noi rendici capaci di tanto amore.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.