mercoledì 29 maggio

di | 28 Maggio 2019

Salmo 61 – Titolo: NELLA TENDA SARÒ IL TUO OSPITE

E preghiamo anche per i governanti. Che mai nessuno sia escluso dalla preghiera.
Ma prima di lunga vita, abbiano la grazia di governare bene.
E chiediamo perdono anche per loro: che la terra non diventi mai una «regione infernale».

1 Al maestro del coro. Per strumenti a corda. Di Davide.

2 Ascolta, o Dio, il mio grido,
sii attento alla mia preghiera.

3 Sull’orlo dell’abisso io t’invoco,
mentre sento che il cuore mi manca:
guidami tu sulla rupe per me troppo alta.

4 Per me sei diventato un rifugio,
una torre fortificata davanti al nemico.

5 Vorrei abitare nella tua tenda per sempre,
vorrei rifugiarmi all’ombra delle tue ali.

6 Tu, o Dio, hai accolto i miei voti,
mi hai dato l’eredità di chi teme il tuo nome.

7 Ai giorni del re aggiungi altri giorni,
per molte generazioni siano i suoi anni!

8 Regni per sempre sotto gli occhi di Dio;
comanda che amore e fedeltà lo custodiscano.

9 Così canterò inni al tuo nome per sempre,
adempiendo i miei voti giorno per giorno.

Commento

Si tratta di un salmo di supplica con tutte quelle espressioni che dicono come Dio è riparo e rifugio davanti al nemico. Dal salmo si comprende anche che si tratta di una supplica a favore di un re. La supplica è fatta nel tempio luogo della presenza di Dio. Come a dire che anche un re deve in qualche modo entrare nella casa di Dio e supplicare con la sua gente. Con quale diversità di pensiero il salmo ci parla dei governanti rispetto al tempo attuale! Troppo tanto chiedere un po’ di sapienza e di supplica davanti a Dio e all’uomo per i nostri governanti?  Giunto nell’interno del Tempio, egli professa la sua fiducia in Dio e la sua lealtà politica con una giaculatoria regale “Ai giorni del re aggiungi altri giorni,per molte generazioni siano i suoi anni!” tale preghiera è indirizzato al re. Ho scoperto che La tradizione giudaica e cristiana ha letto il salmo in chiave messianica. Infatti per gli antichi scrittori ecclesiastici protagonista della preghiera era il popolo di Dio, esule sulla terra, che anela alla patria celeste. Il re eterno, il Cristo, offre la comunione eterna con Dio nella Gerusalemme celeste. È questo uno dei tanti esempi di libera interpretazione del senso di un salmo, pur conservandone letteralmente i vari elementi originari.

Preghiamo

Preghiamo per i nostri governanti

3 pensieri su “mercoledì 29 maggio

  1. sr rita

    Regni per sempre sotto gli occhi di Dio;
    comanda che amore e fedeltà lo custodiscano.
    Prego questo salmo per i governanti, ma anche per tutti coloro che hanno autorità nella Chiesa e nelle istituzioni religiose. Amore e fedeltà: amore per Dio, per l’uomo, per il debole. E fedeltà alle proprie radici umane, cristiane, carismatiche.

    Rispondi
  2. Elena

    Che il Signore delle cose giuste e buone per tutti illumini la mente e il cuore dei nostri governanti. Preghiamo per loro.

    Rispondi
  3. Anonimo

    Vorrei abitare nella tua tenda per sempre ,rifugiarmi all’ombra delle tue ali ..Tu hai accolto i miei voti, canterò per sempre la tua fedeltà . Amore e fedeltà custodiscano la Chiesa ,e doni luce e Spirito santo ai governanti delle nazioni

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.