Martedì 6 settembre

di | 6 Settembre 2016

home2 Siracide 15,11 – 20

Non dire: «A causa del Signore sono venuto meno»,
perché egli non fa quello che detesta.
12Non dire: «Egli mi ha tratto in errore»,
perché non ha bisogno di un peccatore.
13Il Signore odia ogni abominio:
esso non è amato da quelli che lo temono.
14Da principio Dio creò l’uomo
e lo lasciò in balìa del suo proprio volere.
15Se tu vuoi, puoi osservare i comandamenti;
l’essere fedele dipende dalla tua buona volontà. 
16Egli ti ha posto davanti fuoco e acqua:
là dove vuoi tendi la tua mano.
17Davanti agli uomini stanno la vita e la morte:
a ognuno sarà dato ciò che a lui piacerà.
18Grande infatti è la sapienza del Signore;
forte e potente, egli vede ogni cosa.
19I suoi occhi sono su coloro che lo temono,
egli conosce ogni opera degli uomini.
20A nessuno ha comandato di essere empio
e a nessuno ha dato il permesso di peccare.

Commento

È quasi un botta e risposta tra discepolo e maestro il brano di oggi. Infatti quando si scrive: non dire è la risposta del maestro al discepolo. Non dire che cosa? Che Dio ti conduce al peccato, porta all’errore. Questa concezione profondamente sbagliata parte da quell’idea che Dio può in qualche modo provare l’uomo fino al male. Dio non prova l’uomo!  La motivazione sta nel fatto che Dio ha in odio il male, perché lui è il bene assoluto. Ancora, Dio non ha bisogno del peccatore, ha bisogno dell’uomo giusto e fedele. E per finire Dio non comanda a nessuno di peccare. Sono tutte frasi che dicono come il peccato nasce dalla libera scelta dell’uomo. È l’uomo che decide come agire nella sua vita! E non è certo Dio che gli impedisce di agire bene o male. Il grande dono che Dio ha fatto all’uomo è la libertà e la responsabilità.

Preghiamo

Preghiamo per Aldo

3 pensieri su “Martedì 6 settembre

  1. sr Rita

    ” A ognuno sarà dato ciò che a lui piacerà.” La libertà che Dio ha dato all’uomo ha il potere di fare dell’uomo un essere santo o reprobo. Se mi piace io bene farò il bene, se mi piace il male farò il male. Dio ascia che ognuno scelga quello che gli piace. Non è certo responsabile delle scelte dell’umo sia in bene sia in male. Qualche volta farebbe comodo un Dio che ci impedisse di fare il male e ci obbligasse a far ei bene. Ci aiuti lo Spirito di Sapienza a fare scelte che porta davvero alla felicità, quella che ci piace e che piace anche a Dio.
    Prego per Thais, una preadolescente che domenica entrerà nella nostra casa dopo una triste storia di abbandoni affettivi.

    Rispondi
  2. Elena

    Anche la libertà che appartiene al Signore è un dono offertoci che comporta una piena responsabilità. La nostra, la mia. Fa,Signore, che operi scelte giuste e responsabili.
    Mi unisco alle vostre preghiere per Aldo, Thias, tutti i giovani che soffrono….

    Rispondi
  3. sr.Alida

    Se tu vuoi puoi essere fedele al bene ..scegliere il fuoco o l’acqua…Un gran .dono del Signore è la libertà ,tocca noi farne buon uso. Noi responsabili del nostro vivere bene o male…Ci sono capolavori nascosti ed anche evidenti del bene fatto …Non lasciarci assordare ,Signore dal rumore del male …Prego con voi per Aldo,per Thais,per tutti i giovani che soffrono …chiedo al Signore anche bel tempo per i luoghi del terremoto,in modo da favorirne al piu’ presto la ricostruzione. ..e doni consolazione e speranza. Grande è la Sapienza del Signore vede ogni cosa Mi fà bene questo sguardo del Signore…in particolare .oggi 35 anni dalla prima professione ,ringrazio il Signore con sr. Marilina ,rimasto fedele in noi.Una preghiera Grazie .

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.