martedì 27 ottobre

di | 26 Ottobre 2015

home2 Amos 3,9-4,3     

9 Fatelo udire nei palazzi di Asdòd e nei palazzi del paese d’Egitto e dite: Adunatevi sui monti di Samaria e osservate quanti disordini sono in essa, e quali violenze sono nel suo seno. 10 Non sanno agire con rettitudine, dice il Signore, violenza e rapina accumulano nei loro palazzi. 11 Perciò così dice il Signore Dio: Il nemico circonderà il paese, sarà abbattuta la tua potenza e i tuoi palazzi saranno saccheggiati. 12 Così dice il Signore: Come il pastore strappa dalla bocca del leone due zampe o il lobo d’un orecchio, così scamperanno gli Israeliti che abitano a Samaria su un cantuccio di divano o su una coperta da letto. 13 Ascoltate e attestatelo nella casa di Giacobbe, dice il Signore Dio, Dio degli eserciti: 14 Quando farò giustizia dei misfatti d’Israele, io infierirò contro gli altari di Betel; saranno spezzati i corni dell’altare e cadranno a terra. 15 Demolirò la casa d’inverno insieme con la sua casa d’estate e andranno in rovina le case d’avorio e scompariranno i grandi palazzi. Oracolo del Signore. 1 Ascoltate queste parole, o vacche di Basàn, che siete sul monte di Samaria, che opprimete i deboli, schiacciate i poveri e dite ai vostri mariti: Porta qua, beviamo! 2 Il Signore Dio ha giurato per la sua santità: Ecco, verranno per voi giorni, in cui sarete prese con ami e le rimanenti di voi con arpioni da pesca. 3 Uscirete per le brecce, una dopo l’altra e sarete cacciate oltre l’Ermon, oracolo del Signore.

Commento

Dopo la grande proclamazione della potenza profetica e della verità della parola, inizia oggi il giudizio divino contro il suo popolo. Le grandi nazioni, Egitto e Israele, sono invitate a prendere atto di tutta l’infedeltà nei confronti dell’alleanza. In particolare si vuole sottolineare come  alla base del cattivo comportamento delle nazioni vi è come una mancanza di conoscenza-sapienza, e quindi la sostituzione del vero rapporto con il Signore con una “religione” della ricchezza, dell’opulenza e del profitto. Questo sarà l’orizzonte primario del giudizio di Dio. anche qui non siamo lontani dal mondo attuale. Abbiamo visto e stiamo vedendo che cosa sta producendo la logica del profitto in questo mondo. In particolare questa logica dell’opulenza porta con sé la povertà, la violenza, a volte addirittura il sollevare i muri per difendersi nella propria città. Dice il profeta che Dio stesso si prenderà la responsabilità di colpire tutti i segni della ricchezza e del profitto, del benessere ad ogni costo. In questo giudizio vengono coinvolte in modo forte le donne. Travolte da questa idolatria opulenta, esse hanno smarrito sia la fedeltà del vincolo nuziale , sia quella carità verso i piccoli,  Questi giudizi severi ci mostrano come in controluce la meravigliosa e umile sapienza che la fede ebraico-cristiana, se accolta e vissuta pienamente secondo il vangelo,  porta nel mondo un  segno di un qualcosa di nuovo, di umano, di giusto.

Preghiamo

Perché tutti gli uomini possano riscoprire uno stile sobrio e semplice di vita

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, diceva Gesù: «A che cosa è simile il regno di Dio, e a che cosa lo posso paragonare? È simile a un granello di senape, che un uomo prese e gettò nel suo giardino; crebbe, divenne un albero e gli uccelli del cielo vennero a fare il nido fra i suoi rami».
E disse ancora: «A che cosa posso paragonare il regno di Dio? È simile al lievito, che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata».

4 pensieri su “martedì 27 ottobre

  1. Anonimo

    Buongiorno,
    Condivido e grazie Don x queste riflessioni..
    Si uno stile sobrio dentro di noi ,dentro i nostri pensieri ed azioni. Smantellare i ns muri interiori in primis per poi traetterli all’esterno. A volte basta solo una piccola crepa. Ma proprio li, il seme.può crescere, il lievito può fermentare,e togliere, sradicare pian pianino ciò che ci allontana dalla fede
    ..osservato le stelle stamattina… Una luminosissima ,alcune meno intense,altre quasi invisibili,ma insieme rendevano il cielo luminoso aiutandosi e interagendo insieme..che spettacolo..
    Mi aggiungo alle vs preghiere,e pregò per questa grande guida di nome natura,x far si che venga rispettata e accolta da ogni uomo
    B giornata
    Ingrid

    Rispondi
  2. elena

    La sobrietà e la semplicità del vivere ridanno il vero valore alle cose. E rendono leggeri dalle cose ridando spazio ai valori. Credo che sia difficile vivere retti nell’opulenza, si è come ottenebrati dalle cose che appaiono. Occorre un grande sforzo per essere “perfetti”, dice Gesù. E ci indica la strada… La strada del l’essenziale, spesso invisibile agli occhi.
    La leggerezza dalle cose lascia spazio alla realtà spirituale. Allora, che ogni cuore possa viaggiare “leggero” , responsabile e libero di abbracciare valori che, invisibili forse, ci rendono davvero umani.
    Buona giornata a ciascuno. Elena

    Rispondi
  3. sr.Alida

    Non essendo lontani dal mondo attuale faccio mia questa preghiera: Signore,la Tua collera è bontà,la Tua giustizia è misericordia.Abbi ancora pietà di noi. Donaci ,di tornare,sempre a Te, L’amore Tuo nasconda la moltitudine dei nostri peccati. Salvaci dal diventare stolti,che non accettano la correzzione di un Padre…Rendici fedeli a quel filo di speranza,a quel minimo di luce,sufficiente per cercarti ,per essere essenziali e amati,diveniamo amanti ,di ciò che a Te gradito,di ciò ,che ha piu’ valore, della semplicità e piccolezza..

    Rispondi
  4. sr Rita

    ” Adunatevi sui monti di Samaria e osservate…”. Oggi potemmo dire: sedete davanti alla TV e vedete, sentite cosa succede nel mondo….Stesso scenario, stessi problemi, stesse deviazioni. E al di sopra di tutto lo stesso grande amore di Dio per il suo popolo. Nella storia ci si ripete, purtroppo anche nel male, anzi a volte pare che il tempo peggiori le situazioni. Eppure è nella storia, anche in quella di oggi, che ciascuno di noi può e deve contribuire per rendere più chiare le relazioni, più veri i culti, più generosi i gesti di cura. Preghiamo affinché in noi prevalga la voglia di bene e non ci lasciamo abbattere dalla visione del male.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.