lunedì 7 ottobre

di | 6 Ottobre 2019

Salmo 87 – LO SCRIVE DIO SUL LIBRO DEI POPOLI

Ma è possibile ancora? O non ci sarà nulla che ci divida quanto le feroci divisioni religiose? Cosa c’è di più pericoloso del credere in Dio? Credere in quale Dio? Signore, che nella sua lingua ciascun popolo ancora ognuno ti canti!

1 Dei figli di Core. Salmo. Canto.

Sui monti santi egli l’ha fondata;
2 il Signore ama le porte di Sion
più di tutte le dimore di Giacobbe.

3 Di te si dicono cose gloriose,
città di Dio!

4 Iscriverò Raab e Babilonia
fra quelli che mi riconoscono;
ecco Filistea, Tiro ed Etiopia:
là costui è nato.

5 Si dirà di Sion:
“L’uno e l’altro in essa sono nati
e lui, l’Altissimo, la mantiene salda.”

6 Il Signore registrerà nel libro dei popoli:
»Là costui è nato».

7 E danzando canteranno:
»Sono in te tutte le mie sorgenti».

Commento

È un salmo dedicato a Sion, la città santa. È un testo complesso e difficile che si presta a molte interpretazioni. Esso contiene in se una carica ecumenica, di incontro tra i diversi popoli qui descritti che può essere variamente interpretata. Sion, comunque, appare come la radice dell’unità di tutto il creato, è la fonte di ogni armonia per tutta la terra e delle nazioni i cui quattro punti cardinali sono nettamente delineati: Babilonia è la superpotenza orientale, Rahab, cioè l’Egitto, è quella occidentale. Tiro e Filistea rappresentano il nord mentre l’Etiopia il profondo sud. Ebbene, tutti questi popoli sul libro della storia curato da Dio sono registrati come cittadini di Gerusalemme. Per tre volte, si ripete il verbo ebraico «è nato là»: tutti i popoli della terra, non più considerati come impuri e pagani, hanno la loro «materna origine», la loro «sorgente» proprio in Sion, là dove risiede il Signore, la città che fa tutti gli uomini uguali e in pace. questo è il grande sogno di Israele: tutti i popoli riuniti dentro la città di Gerusalemme. Questo è il grande sogno di Dio. Riunire le genti nella pace.

Preghiamo

Preghiamo per il sinodo dell’Amazzonia che è iniziato a Roma.

4 pensieri su “lunedì 7 ottobre

  1. Sr Rita

    A Maria, nostra Signore del Rosario affidiamo il mondo, il Sinodo, le famiglie. Che tutti possiamo trovare le nostre radici in Sion, dove oggi abita Dio. Ed ogni luogo può essere la dimora di Dio, iniziando dal nostro cuore.

    Rispondi
  2. Elena

    Prego per il Sinodo dell’Amazzonia e perché gli uomini di ogni luogo, di ogni popolo e di ogni cultura si riconoscano figli dello stesso Padre e fratelli nella vita.
    Una preghiera per Anna, per Fausto e Dina.

    Rispondi
  3. sr Alida

    Tutti là siamo nati dove risiede il Signore….la nostra Sorgente ,la nostra Origine è stupenda….Dona conversione e certezza al mio cuore ,perchè consapevole di questo abbia non dubitare mai del Tuo amore per me e per ciascuno e impari COME Tu ami …Mi unisco alla preghiera al Signore e alla Maria per il sinodo dell’Amazzonia e per tutte le famiglie

    Rispondi
  4. Pinuccia

    Tutti gli uomini uguali e in pace! Signore che diventi realtà nella nostra vita di ogni giorno. Prego per il Sinodo dell’Amazzonia e per tutte le intenzioni espresse.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.