lunedì 5 agosto

di | 4 Agosto 2019

giacomo 1,16-18

16 Non andate fuori strada, fratelli miei carissimi; 17 ogni buon regalo e ogni dono perfetto viene dall’alto e discende dal Padre della luce, nel quale non c’è variazione né ombra di cambiamento. 18 Di sua volontà egli ci ha generati con una parola di verità, perché noi fossimo come una primizia delle sue creature.

Commento

Continua il commento di Giacomo a quella domanda se Dio è colui che porta il male, se Dio è colui che porta il giudizio e se Dio non può fare qualcosa per sistemare il tutto. Di fronte a queste domande Giacomo ci chiede di non andare fuori strada, cioè di trovare quella risposta giusta che viene dall’alto, che viene da Dio.  Potremmo provare ad abbozzare questa risposta: le prove possono diventare occasione di crescita umana e spirituale per le persone; la sofferenza fa crescere chi sa affrontarla e superarla, mentre chi cerca solo di sfuggirla si condanna ad una immaturità e fragilità molto rischiosa. Così Dio ci dà il bene, la forza di lottare contro il male, la capacità di resistere e di vincere ogni prova della vita: tutto è dono di Dio. Il cristiano ha una visione positiva della vita fondata proprio sull’amore di Dio per l’umanità e sul suo impegno per portare la storia verso la salvezza. Allora noi diventiamo primizia di tutte le sue creature non per privilegio, ma perché vi una chiamata ad essere segno e anticipo di quel mondo futuro nel quale avrà stabile dimora la giustizia e la sapienza che viene dalla fede.

Preghiamo

Preghiamo per tutti coloro che in questo periodo sono colpiti dal virus dell’ebola in Africa

3 pensieri su “lunedì 5 agosto

  1. sr Alida

    Ogni buon regalo e ogni dono perfetto viene dall’alto…il cristiano ha una visione positiva della vita,anche quando deve superare qualche prova,in forza…dell’amore che Dio vuole a ciascuno.
    Mi unisco alla preghiera per gli ammalati di Ebola ,prego per mia Rosina che ci ha lasciato e per i figli e le figlie sue.. Grazie sr Rita per averci ricordato al Signore

    Rispondi
  2. Sr Rita

    Non andate fuori strada, fratelli miei carissimi.
    Un consiglio paterno questo, sia da parte di Giacomo sia da parte di Dio, così come fa ogni buon genitore nei confronti dei figli. Basta poco per uscire di strada. A volte il trascurare alcuni dettagli delle situazioni diventa pericoloso per le sue conseguenze. Così come avviene per la tentazione. A volte non si crede a ciò che potrà succedere in seguito ad alcune distrazioni….
    Preghiamo per le vittime di Ebola, malattia terribile che noi Poverelle conosciamo per esperienza. Le nostre 6 suore martiri di carità intercedano dal cielo. Una preghiera anche per la zia Rosina di Sr Alida e famiglia. Una persona buona che ci lascia è un pezzo di cielo che entra nella nostra vita. Che la sua bontà sia motivo di consolazione per tutti. Un ricordo anche per Sr Piermatilde che ci ha lasciato ieri.

    Rispondi
  3. Elena

    È bello che Giacomo ci ricordi che le cose più belle ed importanti vengano da Dio e ci tengono legati, uniti a Lui se noi lo vogliamo. Il Signore ci chiede il permesso di vivere dentro le nostre vite, a noi la scelta se rimanere e come rimanere in Lui.
    Prego con voi per gli ammalati di Ebola e per le persone che ci lasciano per tornare alla casa del Padre. Ricordo nella preghiera anche le vittime delle sparatorie in America (quando la follia prende il cuore e l’uomo legalizza l’uso indiscriminato delle armi) e la famiglie, tutte, che piangono i loro cari.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.