lunedì 30 novembre

di | 29 Novembre 2020

2  lettera di Paolo a Timoteo.

1 Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, per annunziare la promessa della vita in Cristo Gesù, 2 al diletto figlio Timòteo: grazia, misericordia e pace da parte di Dio Padre e di Cristo Gesù Signore nostro.

Commento

Da oggi iniziamo a commentare la 2 lettera di Paolo a Timoteo. Ecco i primi versetti che ci servono come introduzione al testo. Introdurre questa lettera vuol dire anche solo accennare al fatto che Paolo ha scritto un gruppo di lettere che sono dette pastorali, cioè scritte per i pastori della chiesa, delle comunità che loro stessi rappresentavano. Timoteo è uno di questi pastori. Timoteo è un collaboratore stretto di Paolo e nella lettera sono raccolte istruzioni, norme e sollecitazioni per promuovere la vita cristiana, si rivolgono a gruppi e a categorie diverse di credenti ed inoltre non mancano di proporre motivi catechistici e dottrinali, assieme ad inni e preghiere di carattere liturgico.  Gli Atti degli Apostoli (16, 1) raccontano che Timoteo, originario di Listra (nell’attuale Turchia centro-meridionale) di madre ebrea e padre greco, fu chiamato dallo stesso apostolo a condividere il suo sforzo missionario, ed era responsabile della chiesa di Efeso.  Il compito di Timoteo consisté nell’organizzazione delle comunità designandovi i presbiteri, facendosi guide morali dei credenti e promuovendo la predicazione della retta dottrina cristiana, qui chiamata per la prima volta «deposito». Questa lettera tratteggia le caratteristiche del responsabile della comunità come di un uomo dedito al Vangelo e al servizio della gente. La lettera è stata scritta intorno all’anno 67 d.c. ed è una bellissima testimonianza di come deve essere  il pastore della chiesa

Preghiamo

Preghiamo per i pastori delle chiese

Un pensiero su “lunedì 30 novembre

  1. Elena

    Grazie, sarà interessante conoscere ed approfondire le relazioni dei primi capi della chiesa con Paolo, che già abbiamo incontrato nella meditazione.
    Preghiamo per tutti voi, pastori della chiesa.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.