Lunedì 16 aprile

di | 15 Aprile 2018

profeta geremia icona Ger 23, 33-40                                             

33 Quando dunque questo popolo o un profeta o un sacerdote ti domanderà: “Qual è il peso del messaggio del Signore?”, tu riferirai loro: “Voi siete il peso del Signore! Io vi rigetterò” Parola del Signore. 34 E il profeta o il sacerdote o il popolo che dica: “Peso del Signore!”, io lo punirò nella persona e nella famiglia. 35 Direte l’uno all’altro: “Che cosa ha risposto il Signore?” e: “Che cosa ha detto il Signore?” 36 Non farete più menzione di peso del Signore, altrimenti per chiunque la sua stessa parola sarà considerata un peso per avere travisato le parole del Dio vivente, del Signore degli eserciti, nostro Dio. 37 Così dirai al profeta: “Che cosa ti ha risposto il Signore?” e: “Che cosa ha detto il Signore?” 38 Ma se direte “Peso del Signore”, allora così parla il Signore: “Poiché ripetete: Peso del Signore, mentre vi avevo ordinato di non dire più: Peso del Signore, 39 ecco, proprio per questo, io mi caricherò di voi come di un peso e getterò lontano dal mio volto voi e la città che ho dato a voi e ai vostri padri. 40 Vi coprirò di obbrobrio perenne e di confusione perenne, che non sarà mai dimenticata”.

Commento

Siamo alla conclusione di questo capitolo interamente dedicato ai falsi profeti. La conclusione che scrive Geremia è dedicata al peso che le parole hanno, quelle del falso profeta, quelle del vero profeta, quelle di Dio. i falsi profeti pensano di alleggerire la Parola, di renderla più accessibile, più dolce. In realtà la fanno diventare un peso per tutti. Infatti La loro apparente maggiore accessibilità cela di fatto la menzogna e quindi il peso di una condanna di esclusione dalla vera comunione e dalla vera pace. Le parole dei falsi profeti sono il vero peso per l’uomo perché lo illudono e alla fine rimane come schiacciato da questa illusione. Geremia profetizza il giudizio e l’esilio: la sua parola viene avvertita dal popolo come un peso. In realtà questa parola vera se accolta fino in fondo, alleggerisce la nostra vita, perché la parola del profeta che è parola di Dio, non condanna mai l’uomo, anche se lo mette di fronte alla verità della sua vita. Una parola vera come quella di Dio alla fine salva.

Preghiamo

Preghiamo per la pace in Siria.

2 pensieri su “Lunedì 16 aprile

  1. Rita

    Siamo si un peso del Signore ma un peso di amore e offerta. Prego per Don Sandro e per le suore cui sta predicando gli esercizi
    .

    Rispondi
  2. . Elena

    La verità ha sempre un peso, che comporta la responsabilità di scelte e di aderenza coerente.
    Preghiamo per Miriam, cresimata ieri, per la mia mamma, di cui oggi ricorre il compleanno in cielo, per le suore in preghiera e per don Sandro. Per la Siria e i drammi di questo mondo che rifiuta la verità.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.