giovedì 22 giugno

di | 21 Giugno 2017

home2Mt 26,31-35                                                   

31 Allora Gesù disse loro: «Questa notte per tutti voi sarò motivo di scandalo. Sta scritto infatti: Percuoterò il pastore e saranno disperse le pecore del gregge. 32 Ma, dopo che sarò risorto, vi precederò in Galilea». 33 Pietro gli disse: «Se tutti si scandalizzeranno di te, io non mi scandalizzerò mai». 34 Gli disse Gesù: «In verità io ti dico: questa notte, prima che il gallo canti, tu mi rinnegherai tre volte». 35 Pietro gli rispose: «Anche se dovessi morire con te, io non ti rinnegherò». Lo stesso dissero tutti i discepoli.

Commento

La passione di Gesù è segnata da questi episodi che mettono in evidenza la distanza tra Gesù e i suoi amici. Ma la passione è anche questo! Ed ecco la figura di Pietro. Egli si fa avanti con  il suo meraviglioso ingenuo coraggio, talvolta forse esposto anche ad un eccesso sicurezza in se stesso. Vuole andare oltre l’avvertimento di Gesù circa il compiersi della dispersione del gregge. Tale dispersione non è caricata di pesi morali o di sensi di colpa, quanto piuttosto come la conseguenza logica della scelta di Gesù di rimanere fedele all’obbedienza al Padre.  Mi sento come in difficoltà di fronte a questo uomo Pietro e alla sua sicurezza che non va molto lontano. Egli  tenta disperatamente di sfuggire alla sua povertà e debolezza, pensando di essere migliore dei suoi compagni e mi piace la severa e insieme mite risposta di Gesù. Del Signore mi piace anche ricordare come la desolazione di un abbandono da parte di tutti non sembra mai essere priva del profondo pensiero che il Padre non mancherà di esserci in tutto il percorso della passione, fino alla croce, anche quando Gesù  griderà quel mio Dio, Mio Dio perché mi hai abbandonato.

Preghiamo

Preghiamo per tutti i ragazzi, animatori, mamme e sacerdote che saranno impegnate nell’avventura dei cre.

4 pensieri su “giovedì 22 giugno

  1. sr Rita

    «Anche se dovessi morire con te, io non ti rinnegherò». Lo stesso dissero tutti i discepoli.
    In TUTTI questi discepoli ci sono anch’io? E’ vero che se dovessi morire con Gesù non lo rinnegherei? A sangue freddo mi parrebbe che è così. Poi non so come sarebbe nel momento della paura. Pietro non dice: se dovessi morire PER te, ma CON te. Forse qui sta la forza dell’amore di Pietro che arriverà a morire come Gesù, inchiodato sula croce. Da sola avrei paura, ma con Gesù sarebbe un’altra cosa. Preghiamo per chi lavorerà coi ragazzi e per chi accompagna le persone nel momento della prova. E chi è nella prova non tema, perché Gesù non è lontano.

    Rispondi
  2. sr Alida

    Per ciò che mi riguarda so già anche a sangue freddo che non sarei capace di morire per il Signore e mi trovo molto distante da questo dono …Anche se lo ringrazio ,perchè come oggi mi ha fatto dono del Battesimo,la prima chiamata ad essere figlia Sua e poi del Palazzolo Mi aiuti Egli stesso a sciupare la grazia ,e le Sue chiamate ,mediazioni quotidiane Prego per i ragazzi e gli accompagnatori del cre ,per chi nella prova e chi vive accanto, Per gli studendi negli esami di questi giorni .Perchè a ognuno sia darta una manifestazione speciale della Sua presenza .

    Rispondi
  3. Tiziana

    Gesù tradito e rinnegato si abbandona alla volontà del Padre e addirittura dona la Sua vita per noi, per noi! Noi che spesso lo tradiamo e lo abbandoniamo un poco. Penso a quando ci sentiamo”traditi” dalle persone accanto a noi, il primo pensiero non credo sia la misericordia! Gesù ci insegna! Ho tanto da imparare e ancor di più da ringraziare. Mi unisco alla preghiera per tutti quelli coinvolti nei cre, sia periodo di gioia e di crescita.

    Rispondi
  4. . Elena

    Accompagno con la preghiera la grande, impenativa e allegra esperienza dei cre.
    In tutto l’annuncio della Passione, colgo una nota bellissima ed importante di speranza e di luce…. Gesù dice ai suoi che li precede in Galilea. Là potranno ritrovarsi e riunirsi. Parole incomprensibili per gli apostoli, ma ricche di significato per noi, perché sapoiamo che questo amore divenuto sacrificio, supera la morte, la paura, il tradimento, l’angoscia, il pianto. Lui è sempre avanti a noi e ci aspetta. Comunque vada!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.