domenica 25 ottobre

di | 24 Ottobre 2020

30 domenica T. Ordinario – Dal vangelo secondo Matteo

In quel tempo, i farisei, avendo udito che Gesù aveva chiuso la bocca ai sadducèi, si riunirono insieme e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: «Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?». Gli rispose: «“Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».

Commento

La domanda che i farisei pongono a Gesù è di estrema importanza, anche se è stata posta a Gesù per metterlo alla prova; comunque al di là delle intenzioni dei farisei la domanda è fondamentale: quale è il grande comandamento? Il più alto dei comandamenti, il fondamentale. E Gesù mette insieme i due comandamenti dell’amore per Dio e per il prossimo. La prima cosa interessante è che questo non è un comandamento, il comandamento dell’amore come diciamo di solito, ma per Gesù l’amore è l’unico comando che esiste. Non posso scrivere così, perché c’è sempre di mezzo la libertà dell’uomo, ma Gesù ci comanda di amare Dio e il prossimo. Gesù non ha altro comando che questo, tutti gli altri comandamenti sono in funzione di questo comandamento. I due comandamenti per la prima volta nella scrittura sacra sono uniti, sono tenuti insieme. E questa è la grande novità. Il fatto che sono tenuti insieme e che sono tutti e due allo stesso modo importanti ha un significato interessante. Almeno io ci ho visto questa cosa. Uno fa da specchio all’altro. Il comandamento dell’amore per Dio si rispecchia nell’amore per il prossimo e viceversa l’amore per il prossimo si rispecchia nell’amore per Dio. Quando amo il prossimo vedo il quel prossimo Dio stesso e quando cerco una fonte di ispirazione per capire come amare trovo questa ispirazione nell’amore di Dio. Ogni momento storico ha cercato di tradurre questi due comandamenti secondo dei criteri e dei modi adatti per quel tempo. Io credo che oggi il modo migliore per attuare il comandamento dell’amore per Dio  e per il prossimo è anche quello del rispetto dell’altro. In questo tempo che sta tornando drammatico il rispetto e l’amore per il prossimo si traduce nel fare il meglio che possiamo per aiutarci nel rispetto delle regole e dei comportamenti che possono aiutarci a star meglio

Preghiamo

Preghiamo per il mondo intero

2 pensieri su “domenica 25 ottobre

  1. Elena

    I comandamenti dell’amore, quelli che riempiono la vita di ogni significato e pienezza. Quelli per cui spendere la vita di ogni giorno!
    Prego con voi perché il mondo li comprenda meglio in sé e li faccia propri…

    Rispondi
  2. sr Alida

    Amore di Dio e amore di me e del prossimo l’uno fa da specchio all’altro e non si possono dividere …siamo preceduti da un TI AMO e da SEI AMATO e AMA….con la parte del tuo cuore che crede e con quella che dubita ,nei momenti di luce e di buoi …Per essere vivi necessita amare con tutta la cura che ha Dio per noi e quella del samaritano che si ferma MI unisco alla preghiera per il mondo intero ..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.