domenica 25 agosto

di | 24 Agosto 2019

 21 domenica T. Ordinario – Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme.
Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?». Disse loro: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: “Signore, aprici!”. Ma egli vi risponderà: “Non so di dove siete”. Allora comincerete a dire: “Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze”. Ma egli vi dichiarerà: “Voi, non so di dove siete. Allontanatevi da me, voi tutti operatori di ingiustizia!”. Là ci sarà pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio, voi invece cacciati fuori. Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. Ed ecco, vi sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi».

Commento

A tutti coloro che pensano di giungere al proprio compimento di persone umane (questa è salvezza), semplicemente attraverso una serie di pratiche come: l’ascolto della Parola, una costante pratica eucaristica e magari una vita morale irreprensibile, portata avanti anche con una buona dose di sacrifici, Gesù risponde: «Per voi, la porta della salvezza è chiusa! Allontanatevi da me». Quelli che si salveranno, continua Gesù, saranno quelli che arriveranno da oriente ed occidente, da settentrione e mezzogiorno – luoghi dove risiedono i popoli maledetti e nemici storici di Israele! Proprio Interessante: si salva solo chi è perduto. La salvezza, l’essere raggiunti dall’Amore che unisce a sé e apre al compimento dell’umano, è “dono” gratuito della ‘misericordia, per cui solo i ‘miseri’ potranno farne esperienza; non può essere “premio” per coloro che si sforzano attraverso i propri atti meritori e santi. Ma allora quel «sforzatevi di entrare per la porta stretta» come va interpretato? Non certo come uno ‘sforzatevi con una vita morale e santa di entrare nel paradiso; sforzatevi di essere buoni, di amare, di non fare peccati. Salvezza è un lasciarsi raggiungere dall’amore di Dio. Per cui Gesù mi sta dicendo che devo lottare contro tutto ciò che impedisce di essere amato da Dio. Questa è la porta stretta.

Preghiamo

Preghiamo per l’Amazzonia

3 pensieri su “domenica 25 agosto

  1. Elena

    Penso alla porta stretta come ad una porticina che lascia filtrare una luce. Forse lasciarsi raggiungere da questa luce, lasciarsi illuminare e riscaldare, incuriosire, lasciarsi “chiamare” dall’altra parte, ci chiede di voler proprio passare quella porta, anche facendosi piccoli piccoli. Forse ci chiede proprio il desiderio di conoscere ed essere pervasi dalla luce, anche a costo di qualche rinuncia, ma soprattutto mossi da una volontà, da un desiderio, da una passione. L’amore pervasivo di Dio… Passare per la porta stretta vuol dire fare fatica, una fatica che vale la pena di affrontare perché ciò che ci aspetta oltre è qualcosa di grande e bello, dà senso al passaggio stretto, dà senso all’esperienza.
    Che possiamo scegliere con gioia, stupore, passione e curiosità di vivere passando per la porta stretta.
    Preghiamo per chi cerca la salvezza facendosi piccolo piccolo, a servizio dell’amore del Padre e dei fratelli.

    Rispondi
  2. sr Alida

    Nella porta stretta ,che può essere Gesù si può entrare solo se si è spogli di ciò che non vale ,di ciò che è effimero,e si è ricchi dell’Essenziale ,queste le credenziali per entrare in quella porta ,non perchè abbiamo mangiato con Lui ,ma perchè spogliandoci lo avremo servito nei fratelli ..e lasciandoci amare da Lui ci faremmo piccoli e possiamo entrare …Prego con voi per l’Amazzonia ,per Rosario e per Mario .Per sr Rita in quello che vive in questo giorno con i chierichetti …

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.