calma

di | 10 Maggio 2020

Ieri è stata una giornata calma. Dove per calmo io non intendo il non far niente. È vero anche che più o meno consapevolmente mi sono fatto una dormita di un’ora sul divano… ma non è questa la calma di cui voglio parlare. Ho fatto tante cose ieri, ma con calma, con serenità. E, quando prima di tornare a casa, mi sono seduto un attimo, sempre su quel ormai famoso muretto di Rosciano e ho guardato l’orizzonte, per un attimo mi sono sentito in pace con il mondo intero. forse anche perchè avevo letto da poco della liberazione di Silvia Romano. Per inciso: ma quando la smetteremo di dire che i giovani non fanno niente e poi quando fanno sbagliano ancora e si cacciano nei guai… belli i giovani che provano, che tentano nella vita. Chiuso l’inciso e torno alla mia calma. Ho cercato di capire da dove veniva quella calma. Ero così confuso e pieno di errori fino al giorno prima. Non veniva dal fatto che non pensavo a niente, sono pieno di preoccupazioni ed anche ieri queste preoccupazioni non sono scomparse di colpo. La calma non veniva nemmeno dal fatto che ero solo e che avevo poco lavoro, con tanto tempo per pensare a me. Quando non sono calmo e penso a me mi agito subito. Non derivava da tutto questo la mia calma. E allora?  Mi sono accordo che ieri non avevo paure addosso e quindi ero calmo. Dice Gandhi: “ l’assenza di paura non   significa arroganza o aggressività. Quest’ultima è in sé stessa un segno di paura.  l’assenza di paura presuppone la calma e la pace dell’anima. Per essa è necessario avere una viva fede in Dio.” Ero calmo perché non avevo paura, perché in quel momento sentivo di avere una viva fede in Dio. È stato un attimo, ma è bastato per vivere di una calma bellissima. Dedicando ogni giorno un piccolo spazio alle discipline dello spirito riesco a vincere le paure. Quando non riesco a dedicare del tempo, anche minimo a queste discipline tutto si complica maledettamente. Le discipline dello spirito non sono niente di strano: un poco di silenzio interiore durante la giornata, la lettura della bibbia con un po’ di silenzio per comprenderla e amarla, la messa quotidiana ( di questi tempi ascolto quando riesco quella del papa) e altri piccoli momenti che mi aiutano a stare nel mio cuore interiore. Io credo che tutti noi teniamo nel cuore le  discipline dello spirito che ci aiutano a vivere nella calma e nella pienezza della vita. A noi il compito di esercitarle ogni giorno. Io quando ci riesco non sono calmo, ma vivo da pacificato e in sintonia con gli uomini e il creato. Quando arrivano questi momenti di calma me li gusto tutti perché so che presto tornerà la tempesta.                                                                                                                                                                                                                                                                                              .                                                                                                                    

Un pensiero su “calma

  1. sr Alida

    La calma :chiedo una viva fede in Dio per fermarsi e saper gustare momenti preziosi ….

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.