sabato 7 settembre

di | 6 Settembre 2019

1Gv 3,18-24                                                                                                       18 Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità. 19 In questo conosceremo che siamo dalla verità e davanti a lui rassicureremo il nostro cuore, 20 qualunque cosa esso ci rimproveri. Dio è più grande del nostro cuore e conosce ogni cosa. 21 Carissimi, se il nostro cuore non ci rimprovera nulla, abbiamo fiducia in Dio, 22 e qualunque cosa chiediamo, la riceviamo da lui, perché osserviamo i suoi comandamenti e facciamo quello che gli è gradito. 23 Questo è il suo comandamento: che crediamo nel nome del Figlio suo Gesù Cristo e ci amiamo gli uni gli altri, secondo il precetto che ci ha dato. 24 Chi osserva i suoi comandamenti rimane in Dio e Dio in lui. In questo conosciamo che egli rimane in noi: dallo Spirito che ci ha dato.

Commento

In questo brano vi è un’espressione che amo tantissimo a cui ritorno quando sono in difficoltà: “In questo conosceremo che siamo dalla verità e davanti a lui rassicureremo il nostro cuore, 20 qualunque cosa esso ci rimproveri. Dio è più grande del nostro cuore e conosce ogni cosa.” Da profondo conoscitore del cuore umano, Giovanni sa bene che gli uomini non sono in grado di amare in pienezza e sentono dentro la propria vita tutti i sensi di colpa per i loro errori. Per questo c’è un’affermazione di grande portata rivelativa e di straordinaria speranza: “Se il nostro cuore ci rimprovera”, se ci aggredisce la tentazione di rimuginare gli errori e i peccati commessi, “Dio è più grande del nostro cuore e conosce tutto”.  Mai si deve dimenticare che “il Signore non ci tratta secondo le nostre colpe”. Il suo sguardo avvolge di misericordia  le nostre mancanze di amore dovute alla fragilità umana. Giovanni non vuole che i cristiani cadano nella disperazione o nell’ansietà scrupolosa. Li esorta a confidare sempre nella bontà divina e ad essere perseveranti nell’osservanza dei comandamenti  riassunti in uno solo. Ama. Ecco perché dico che nei momenti della fatica ritorno a queste parole che mi sono di conforto. Giovanni cerca di far comprendere che cos’è la comunione con Dio: è intimità, è reciprocità, è il  dimorare in Dio ed esser sua dimora e che questa intimità ci aiuta a superare tutte le nostre fragilità. Ritorniamo di frequente a questo pensiero: Dio è più grande del nostro cuore e non ci condanna, ma ci salva.

Preghiamo

Preghiamo per Teka e i suoi genitori

5 pensieri su “sabato 7 settembre

  1. Sr Rita

    Amore non fatto di parole, ma di gesti concreti. Dio che è più grande del nostro cuore, soprattutto quando il cuore ci rimprovera. Davvero questo amore e questo Dio ci rimettono in piedi, ci fanno guardare avanti con fiducia. Ringrazio Dio per il suo sguardo buono e tenero sulla vita di ciascuno, anche quando il nostro cuore -o i nostri sensi di colpa – ci rimproverano.
    Domani, 7 settembre, in S. Alessandro in Colonna, Sr Paola e Sr Grazia faranno la professione definitiva nella nostra famiglia di Poverelle. preghiamo per loro e per noi.

    Rispondi
  2. Elena

    L’amore di Dio più grande di ogni nostro amore, sempre incompleto, sempre imperfetto, sempre difettoso, sempre e solo ” umano”. Il Signore, che tutto conosce di noi nel profondo più profondo, colma ogni vuoto, riesce ad arrivare dove noi neanche immaginiamo. Affidiamo a questo Suo amore pieno e totale i nostri cuori, le nostre vite, i nostri stessi amori, perché li possa colmare di assoluto e di immensità….
    Preghiamo per Emanuela, e per Mario che oggi verrà ricoverato in un hospice lontano dalla sua casa. Il Signore misericordioso gli renda lievi gli ultimi tempi della malattia. Preghiamo per le intenzioni espresse e per quelle che solo il Signore conosce nei nostri cuori.

    Rispondi
    1. Anonimo

      Dio che conosce ogni nostra fragilità e povertà la sa sbriciolare con la Sua Luce… Grazie!!! Mi unisco alle preghiere citate e unisco una preghiera speciale per Erio, Stefano e Laura che hanno perso una moglie e una mamma…

      Rispondi
  3. sr Alida

    Dio è più grande ….sapersi avvolti dalla misericordia divina è gran forza e consolazione….prego per chi perde ogni speranza e si trova in situazioni che sembran non aver via d’uscita perchè conoscano la Signore …Prego per mia nipote Rosi compie i 18 anni ,per sr.Grazia e sr Paola per il loro cammino con il Signore per Mario ed Emanuela ,per il Papa e per le intenzioni che portiamo in cuore ….

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.