sabato 4 marzo

di | 3 Marzo 2017

fioriMatteo  12,15-21    

 15 Gesù però, avendolo saputo, si allontanò di là. Molti lo seguirono ed egli li guarì tutti 16 e impose loro di non divulgarlo, 17 perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaia: 18 Ecco il mio servo, che io ho scelto; il mio amato, nel quale ho posto il mio compiacimento. Porrò il mio spirito sopra di lui e annuncerà alle nazioni la giustizia. 19 Non contesterà né griderà né si udrà nelle piazze la sua voce. 20 Non spezzerà una canna già incrinata, non spegnerà una fiamma smorta, finché non abbia fatto trionfare la giustizia; 21 nel suo nome spereranno le nazioni.

Commento

Gesù si allontana da chi lo vuole condannare a morte. Ma il suo non è un allontanarsi dal mondo.  Infatti tale avvenimento è l’occasione per Gesù per raccogliere attorno a se una sua comunità del tutto originale: Molti lo seguirono ed Egli li guarì tutti”! Una grande assemblea di infermi da Lui curati e guariti. Sarebbe molto importante e fecondo che anche oggi si tenesse conto di questa descrizione dell’assemblea cristiana perché mi sembra che questa è la comunità cristiana che cerca il Signore e che lo stesso signore vuole attorno a sé. Tale volontà del Signore di raccogliere attorno a sé questa comunità così originale è confermata nel testo anche dalla citazione dei versetti di Isaia. Si tratta di parole tratte dal primo cantico del servo di Isaia. . Egli è il servo che Dio ha scelto: elezione divina e obbedienza fino alla fine. “Egli è il mio amato, nel quale ho posto il mio compiacimento ecco la relazione assoluta e unica tra Gesù e il Padre. Gesù riceve dal Padre un compito universale: annunciare la giustizia divina annunciando il Vangelo, la Buona Notizia, la Parola meravigliosa della salvezza, della vita nuova e della pace.  questo annuncio avverrà in modo completamente diverso dalle proclamazioni e dalle affermazioni mondane. Senza accuse e litigi. Senza clamori. Come in segreto. L’immagine efficacissima della canna incrinata e della fiamma smorta dice come Gesù, il Servo di Dio, non condannerà questa realtà così colpita da infermità e debolezza, ma opererà in direzione della risurrezione e della vita. Ecco la comunità del Signore.

Preghiamo

Preghiamo per Jacopo e Loredana

4 pensieri su “sabato 4 marzo

  1. sr Rita

    Non contesterà né griderà né si udrà nelle piazze la sua voce. Non spezzerà una canna già incrinata, non spegnerà una fiamma smorta, finché non abbia fatto trionfare la giustizia; nel suo nome spereranno le nazioni.
    Quanta consolazione in queste parole. Gesù è così. I cristiani sono chiamati ad essere così. Che bel mondo quando uno non giudica, non spegne, non spezza nulla di ciò che c’è nel fratello….Preghiamo per Clara che si prepara per intervento chirurgico per tumore.

    Rispondi
  2. Elena

    Prego per Allison,operata oggi di un tumore, per Clara e per tutti i bisognosi di guarigione, fisica e morale. Il Signore li guari’ tutti, Lui entra nelle nostre piccole vite fragili e riporta salute, bellezza, speranza….entra nelle nostre piccole vite e ci rida’dignita e calore…

    Rispondi
  3. sr Alida

    L’Amato ….dal Padre che non contesta ,non grida,non spezza ,non spegne…Ogni infermità e debolezza ,in Lui è risollevata e salvata …Che fortuna ,e che consolazione sapersi cura di un Signore così …In ogni luogo ,situazione ,Fà che avvertiamo la Tua presenza ,sia così sopratutto per Jacopo ,Loredana ,Clara,Allison..e le persone di maggior povertà ,le piu’ bisognose .

    Rispondi
  4. Anna

    Non puntare il dito ma camminare con gli altri e con le loro vite e con le nostre insieme!
    Questo e un sogno il sogno di Dio che noi dobbiamo attuare.Viviamo in un mondo dove si giudica subito si condanna e si uccide invece di dare vita.
    C i si pone in un gradino superiore di fronte a chi sbaglia pecca o cade.
    Noi dobbiamo con Lui cambiare rotta e senza muovere fiamma far alitare il Suo Spirito.
    Aiutaci Gesu a essere fratello sorella amico amica del prossimo e di noi stessi per non condannare avere misericordia e dare Vita.
    Prego per tutte le intenzioni dette e per la pace che nasce da Dio e da noi con Lui.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.