sabato 31 dicembre

di | 30 Dicembre 2016

matissematteo 3,7-12

In quei giorni venne Giovanni il Battista e predicava nel deserto della Giudea 2 dicendo: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!». 3 Egli infatti è colui del quale aveva parlato il profeta Isaia quando disse: Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! 4 E lui, Giovanni, portava un vestito di peli di cammello e una cintura di pelle attorno ai fianchi; il suo cibo erano cavallette e miele selvatico. 5 Allora Gerusalemme, tutta la Giudea e tutta la zona lungo il Giordano accorrevano a lui 6 e si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.

Commento

Sono un po’ influenzato. E quindi vado via rapidamente. Questa parola di Giovanni Battista, la sua predicazione è l’inizio del mondo nuovo, inaugurato con la nascita di Gesù. La categoria che gli evangelisti utilizzano per raccontare di questo mondo nuovo è quella del regno di Dio, del regno dei cieli. Giovanni ci chiede di prepararci a comprendere il significato di questa parola: il regno di Dio. Ci chiede questo attraverso un percorso di conversione. Convertitevi perché il regno dei cieli è vicino. Cioè cambiate mentalità, cambiate modi, cambiate vita e orientate tutto il vostro essere a Dio e al suo regno. Avremo modo di commentare che cosa è il regno di Dio, intanto prepariamoci ad entrare nel mondo di Gesù, che è il mondo dell’uomo nuovo.

Preghiamo

Preghiamo facendo memoria dell’anno che finisce ringraziando per quanto abbiamo ricevuto e chiedendo scusa per il bene non fatto e il male compiuto.

3 pensieri su “sabato 31 dicembre

  1. sr Rita

    Convertitevi perché il regno di Do è vicino. La motivazione della conversione è la presenza del Regno, la vicinanza di Gesù alla nostra vita, al nostro mondo. La forza di un Presenza ci rende capaci di cambiare direzione, di “virar” come diciamo noi qui in Brasile. Anche l’ultimo giorno dell’anno si chiama “virada do ano”. Ci sia dato di percepire la presenza e di seguirne la direzione. Preghiamo per la salute del Dott. Domenico. E….Buon anno nuovo a tutti voi. Don Sandro guarisci presto.

    Rispondi
  2. Elena

    Cambiare direzione, raddrizzare sentieri, convertirsi…. Com’è difficile! Da soli non ce la si fa molte volte….
    Signore Gesù, che rendi nuove tutte le cose, ti affidiamo le nostre vite, affinché un poco di buono e di amore e di nuovo in più ci possa entrare. Rendi un po’ nuovi dentro anche noi.
    Grazie per l’anno ricevuto e vissuto, spesso in buona parte condiviso con persone amorevoli e preziose. Grazie anche per le difficoltà, che insegnano nuovi modi per stare al mondo e quanto, in fondo, tu ci sia, al mio fianco. Grazie per ogni persona incontrata e amata.
    Coraggio don, riprenditi presto e riposa un poco. Preghiamo per il dott. Domenico e per i più bisognosi di un” mondo” nuovo e migliore , qualunque esso sia. Buon nuovo anno a ciascuno!

    Rispondi
  3. sr.Alida

    Orientare il nostro essere a Dio…i Suoi sentieri ,le Sue vie .Vestici. il passato di misericordia ,il presente di pace ,il futuro di speranza….Don Sandro ,ti faccio compagnia nell’influenza ,ma cercheremo di guarire presto..ritrovando nuove energie per il nuovo anno ,sia cosi sopratutto per te.Signore mentre ci regali la Tua misericordia ,fa che ci accorgiamo dei tuoi doni e ti siamo riconoscenti .Dona la Tua Pace al mondo .

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.