sabato 24 marzo

di | 23 Marzo 2018

profeta geremia iconaGer 21,1-10                                                

1 Questa parola fu rivolta a Geremia dal Signore quando il re Sedecìa gli mandò il sacerdote Pascùr figlio di Malchìa, e Sofonìa figlio di Maasìa, per dirgli: 2 “Intercedi per noi presso il Signore perché Nabucodònosor re di Babilonia ci muove guerra; forse il Signore compirà a nostro vantaggio qualcuno dei suoi tanti prodigi, così che egli si allontani da noi” 3 Geremia rispose loro: “Riferite a Sedecìa: 4 Così dice il Signore, Dio di Israele: Ecco io farò rientrare le armi di guerra, che sono nelle vostre mani, con le quali combattete il re di Babilonia e i Caldei che vi assediano fuori delle mura e le radunerò in mezzo a questa città. 5 Io stesso combatterò contro di voi con mano tesa e con braccio potente, con ira, furore e grande sdegno. 6 Percuoterò gli abitanti di questa città, uomini e bestie; essi moriranno di una grave peste. 7 Dopo ciò – dice il Signore – io consegnerò Sedecìa, re di Giuda, i suoi ministri e il popolo, che saranno scampati in questa città dalla peste, dalla spada e dalla fame, in potere di Nabucodònosor, re di Babilonia, in potere dei loro nemici e in potere di coloro che attentano alla loro vita. Egli li passerà a fil di spada; non avrà pietà di loro, non li perdonerà né risparmierà. 8 Riferirai a questo popolo: Dice il Signore: Ecco, io vi metto davanti la via della vita e la via della morte. 9 Chi rimane in questa città morirà di spada, di fame e di peste; chi uscirà e si consegnerà ai Caldei che vi cingono d’assedio, vivrà e gli sarà lasciata la vita come suo bottino. 10 Poiché io ho volto la faccia contro questa città a suo danno e non a suo bene. Oracolo del Signore. Essa sarà messa nelle mani del re di Babilonia, il quale la brucerà con il fuoco”.

Commento

Ritorna la figura del sacerdote Pascur che è chiamato dal re Sedecia a parlare con Geremia perché possa intercedere presso il re Nabucodonosor che sta assediando Gerusalemme. Abbiamo qui un’idea di come il potere politico e religioso a volte utilizza la religione in maniera ambigua e sbagliata. Dio non è al servizio di qualche potente perché grazie alla Sua forza il potente  possa vincere la guerra. Dio non è un mago o roba simile che compie cosa talmente prodigiose da mettere in fuga gli avversarsi. Questa cosa la sa bene Geremia e quindi rimanda indietro dal re il sacerdote. Dio combatte le sue battagli e in altro modo. E Geremia ricorda al re che non soltanto il Signore non interverrà a favore del popolo di Israele, ma addirittura permetterà che il re Babilonese possa entrare in Gerusalemme da vincitore. Questo perché? Perché tutto il male che c’è in Gerusalemme possa essere distrutto. Questo è il modo di agire di Dio. distruggere il male. Gesù nel N. T. si presenta come colui che libera l’uomo dal male, ma fa tutto questo con l’unica arma che egli conosce: la misericordia e la cura.  La conclusione è sconcertante perché sconcertante è il modo di agire di Dio. chi rimane in città morirà chi esce vivrà. Il credente è un uomo in uscita continua. Fa sempre pasqua, passaggio, sempre in cammino alla ricerca della sua terra promessa.

Preghiamo

Preghiamo per Francesco.

3 pensieri su “sabato 24 marzo

  1. sr Rita

    Se Dio combatte contro di noi….chi ci potrà salvare? Che sia davvero una lotta liberante per far uscire il bene che c’è in ciascuno.

    Rispondi
  2. . Elena

    Se Dio si allontana da noi per sempre, che cosa proviamo? Di solito siamo noi ad allontanarci da Lui, sperando poi in un ritorno, in un perdono…. Penso che dopo l’abbandono di Dio ci possa essere solo il buio, il vuoto, il nulla della vita. Deve essere terribile una prospettiva così. Preghiamo per chi ti cerca e non riesce ancora a trovarti, Signore, e per Francesco. Affidiamo a Te i segreti e le intenzioni dei cuori.

    Rispondi
  3. srAlida

    Vi metto davanti la via della vita e la via del male ….Chi uscirà e si consegnerà vivrà Nel cammino del cristiano .ci dici Signore -ci sono consegne e passaggi perchè il male sia distrutto ..e prevalga la vita Aiutaci ad accogliere queste consegne e passaggi che ci ricordano la Tua salvezza sulla croce per il bene nostro e dell’umanità….Ti prego per Francesco e per le intenzioni che portiamo in cuore .

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.