mercoledì 4 novembre

di | 3 Novembre 2020

Mc 12,38-40         

38 Diceva loro nel suo insegnamento: «Guardatevi dagli scribi, che amano passeggiare in lunghe vesti, ricevere saluti nelle piazze, 39 avere i primi seggi nelle sinagoghe e i primi posti nei banchetti. 40 Divorano le case delle vedove e pregano a lungo per farsi vedere. Essi riceveranno una condanna più severa”

Commento

con questo brano di vangelo stiamo arrivando alla fine di questo lungo insegnamento di Gesù e di questa questione aperta nei confronti dei farisei. i discepoli camminano con Gesù verso Gerusalemme, ricevendo da Lui molte istruzioni sulla passione, morte e risurrezione e le conseguenze per la vita del discepolo. Giunti a Gerusalemme, assistono ai dibattiti di Gesù con i commercianti nel Tempio, con i sommi sacerdoti e scribi, con i farisei, erodiani e sadducei, con i dottori della legge. Tutte questioni che noi abbiamo provato a commentare una per una, ricavando la radicalità del messaggio e della parola di Gesù.  Ora, nel vangelo di oggi, dopo l’ultima critica contro gli scribi. Gesù istruisce i discepoli. Tale istruzione parte dalla critica dei dottori della Legge e arriverà all’obolo della vedova che vedremo domani. Gesù richiama l’attenzione dei discepoli sul comportamento tracotante ed ipocrita di alcuni dottori della legge. A loro piaceva immensamente girare per le piazze indossando lunghe tuniche, ricevere il saluto della gente, occupare i primi posti nelle sinagoghe ed avere posti d’onore nei banchetti. A loro piaceva entrare nelle case delle vedove e fare lunghe preci in cambio di denaro! E Gesù dice: “Questa gente riceverà una grave condanna!” cioè  se hanno seminato questo raccoglieranno questo.

Preghiamo

Preghiamo per l’Italia

3 pensieri su “mercoledì 4 novembre

  1. Elena

    Il lupo si nasconde sotto.il manto dell’agnello. Triste come sono sempre i poveri a pagare il prezzo più alto, proprio a chi dovrebbe avere cura di loro e a cuore il loro riscatto. Ma l’immoralità nidifica proprio nel potere e nel denaro….
    E Gesù, che conosce il cuore degli uomini, dei ricchi e dei poveri, sa leggere anche nelle pieghe più nascoste e scopre, svela ogni ipocrisia. Nessuna esclusa! A Dio non la si fa. Ma è importante la denuncia, il rendere pubblica la grande bugia degli ipocriti. Questo riscatta i poveri e gli ultimi e ridà loro dignità e pienezza di giustizia.
    Così sia anche oggi Signore, per tutti i poveri e gli umili della terra.

    Rispondi
  2. sr Alida

    Che il Signore mi conduca nel cammino di umiltà e mi renda voce dei poveri… Prego per l’Italia, per questo tempo di contagio e per gli attentati alla vita di questi giorni.. Auguri a tutti quelli che si chiamano Carlo, Carla.

    Rispondi
  3. sr Alida

    Che il Signore mi conduca nel cammino di umiltà e mi renda voce dei poveri. Prego per l’Italia per gli attentati di questi giorni, per questo tempo di contagio, per quanti portano il nome di Carlo, Carla Auguri.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.