lunedì 4 novembre

di | 3 Novembre 2019

Salmo 106 – Sopporta ancora, Signore, le nostre infedeltà e perdonaci

26 Allora egli alzò la mano contro di loro,
giurando di abbatterli nel deserto,

27 di disperdere la loro discendenza tra le nazioni
e disseminarli nelle loro terre.

28 Adorarono Baal-Peor
e mangiarono i sacrifici dei morti.

29 Lo provocarono con tali azioni,
e tra loro scoppiò la peste.

30 Ma Fineès si alzò per fare giustizia:
allora la peste cessò.

31 Ciò fu considerato per lui un atto di giustizia
di generazione in generazione, per sempre.

32 Lo irritarono anche alle acque di Merìba
e Mosè fu punito per causa loro:

33 poiché avevano amareggiato il suo spirito
ed egli aveva parlato senza riflettere.

34 Non sterminarono i popoli
come aveva ordinato il Signore,

35 ma si mescolarono con le genti
e impararono ad agire come loro.

36 Servirono i loro idoli
e questi furono per loro un tranello.

37 Immolarono i loro figli
e le loro figlie ai falsi dèi.

38 Versarono sangue innocente,
il sangue dei loro figli e delle loro figlie,
sacrificàti agli idoli di Canaan,
e la terra fu profanata dal sangue.

39 Si contaminarono con le loro opere,
si prostituirono con le loro azioni.

40 L’ira del Signore si accese contro il suo popolo
ed egli ebbe in orrore la sua eredità.

41 Li consegnò in mano alle genti,
li dominarono quelli che li odiavano.

42 Li oppressero i loro nemici:
essi dovettero piegarsi sotto la loro mano.

43 Molte volte li aveva liberati,
eppure si ostinarono nei loro progetti
e furono abbattuti per le loro colpe;

44 ma egli vide la loro angustia,
quando udì il loro grido.

45 Si ricordò della sua alleanza con loro
e si mosse a compassione, per il suo grande amore.

46 Li affidò alla misericordia
di quelli che li avevano deportati.

47 Salvaci, Signore Dio nostro,
radunaci dalle genti,
perché ringraziamo il tuo nome santo:
lodarti sarà la nostra gloria.

48 Benedetto il Signore, Dio d’Israele,
da sempre e per sempre.
Tutto il popolo dica: Amen.

Alleluia.

Commento

Per alcuni giorni commenteremo ancora alcuni salmi poi passeremo al vangelo di Luca. Intanto ecco la seconda parte del salmo 106.  Nella prima parte del salmo abbiamo visto come il popolo è infedele e si allontana da Dio commettendo quei peccati che abbiamo chiamato comunitari. Oggi vediamo di peccati si tratta. Il salmista ne mette in evidenza 8 a partire da una ribellione al mar dei giunchi, il mare dell’esodo dall’Egitto, descritta da Esodo 14,10-14 (vv. 6-12). Ci sono poi la brama di cibo e di acqua nel deserto (vv. 13-15), la «gelosia» contro Mosè e Aronne con la rivolta di Datan e Abiram, l’adorazione del vitello d’oro all’Oreb-Sinai (vv. 19-23), la «mormorazione» contro le paure della conquista della terra promessa (vv. 24-27), i culti idolatrici sessuali nel deserto (vv. 28-31), condannati dal sacerdote Pincas, la provocazione contro Dio alle acque di Meriba. Bisognerebbe andare a leggere tutti questi episodi, ma sono sufficienti i titoli per capire che esiste una serie interminabile di idolatrie. Quasi una catena di male che, come un fiume fangoso, percorre la storia d’lsraele, ma anche un sottile filo di speranza nell’amore indistruttibile di Dio, che di fatto è l’ultimo versetto del salmo.

Preghiamo

Preghiamo per Elena e Michele

4 pensieri su “lunedì 4 novembre

  1. Elena

    Di quante grandi e piccole infedeltà e tradimenti è fatta la nostra vita? Chi può salvarsi allora?
    Solo la misericordia ed il perdono del Padre, allora come oggi e come sempre.
    Prego per le intenzioni nel cuore di ciascuno.

    Rispondi
  2. Pinuccia

    Dio ci affida alla misericordia, quanta sete abbiamo della sua misericordia! Dio non si stanca mai, allora anche noi abbattiamoci per le nostre infedeltà, ma attacchiamoci a quel filo sottile di speranza dell’amore indistruttibile di Dio. Lui ci fa nuovi ogni giorno!

    Rispondi
  3. sr Alida

    Molte volte li hai liberati,ti sei mosso a compassione ,per il Tuo grande amore ,ringraziamo il Tuo nome ,salvaci e radunaci ancora ,non permettere che scegliamo gli idoli del giorno d’oggi …Te lo chiediamo per il mondo ,per i governanti ,per ciascuno ….Prego con voi per le intenzioni di ciascuno e per Elena e Michele

    Rispondi
  4. Sr Rita

    Si ricordò della sua alleanza con loro
    e si mosse a compassione, per il suo grande amore.
    La memoria di Dio ha spazio per la sua misericordia, più che per i nostri peccati e infedeltà. Questo ci abilita alla confidenza, ma anche alla responsabilità di fronte a un amore così intenso.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.