lunedì 29 gennaio

di | 28 Gennaio 2018

Michelangelo_Buonarroti_027Ger 2,29-37                                                   

29 Perché vi lamentate con me? Tutti voi mi siete stati infedeli. Oracolo del Signore. 30 Invano ho colpito i vostri figli, voi non avete imparato la lezione. La vostra stessa spada ha divorato i vostri profeti come un leone distruttore. 31 O generazione! Proprio voi badate alla parola del Signore! Sono forse divenuto un deserto per Israele o una terra di tenebre densissime? Perché il mio popolo dice: Ci siamo emancipati, più non faremo ritorno a te? 32 Si dimentica forse una vergine dei suoi ornamenti, una sposa della sua cintura? Eppure il mio popolo mi ha dimenticato per giorni innumerevoli. 33 Come sai ben scegliere la tua via in cerca di amore! Per questo hai insegnato i tuoi costumi anche alle donne peggiori. 34 Perfino sugli orli delle tue vesti si trova il sangue di poveri innocenti, da te non sorpresi nell’atto di scassinare, ma presso ogni quercia. 35 Eppure protesti: Io sono innocente, la sua ira è già lontana da me. Eccomi pronto a entrare in giudizio con te, perché hai detto: Non ho peccato!  36 Perché ti sei ridotta così vile nel cambiare la strada? Anche dall’Egitto sarai delusa come fosti delusa dall’Assiria. 37 Anche di là tornerai con le mani sul capo, perché il Signore ha rigettato coloro nei quali confidavi; da loro non avrai alcun vantaggio.

Commento

Israele può cercare alleanze ovunque, dal potente Egitto, come dalla potenza nascente che è l’Assiria, ma si torna sempre con le mani sul capo cioè come schiavi. Ci sono due motivi chiari nel testo di Geremia che dicono il perché queste alleanze sono inutili. Non si tratta di un motivo politico e nemmeno di convenienza. Ben altro è il motivo che individua Geremia. Egli si muove su due binari. Il primo è l’idolatria. Israele si è venduto a dei inutili, vuoti, pezzi di legno o di pietra che non dicono e non fanno niente. I capi hanno insegnato a fare questo a tutto il popolo.  E tutti in Isreale si sono dimenticati del vero e unico Dio. quel Dio che li ha liberati dall’Egitto con braccio forte e mano potente. Confidando negli idoli Israele si è messo nelle mani del nulla e non più di un Dio liberatore. Non sto a fare l’elenco degli idoli vuoti del nostro tempo, ma penso che queste parole sono un monito anche per noi. E poi vi è un secondo motivo che riprenderemo con calma e quindi qui lo accenno soltanto: “Perfino sugli orli delle tue vesti si trova il sangue di poveri innocenti” così dice il testo di oggi. È la grande denuncia di Geremia verso l’ingiustizia dei capi e dei sacerdoti nei confronti del povero. Questa trascuratezza e ingiustizia e insieme l’incapacità di riconoscere questa colpa porta alla dimenticanza del bene comune e quindi al non pensare più a quanto è utile e buono per tutto il popolo. Da qui nasce la rovina di Israele.

Preghiamo

Preghiamo per Lara.

 

3 pensieri su “lunedì 29 gennaio

  1. srAlida

    Imparare lezioni di vita ,imparare la fedeltà sopratutto quella di Dio..e mantenere il nostro umile passo verso di Lui ..riconoscendo tutto dono Suo che va ridonato ..Dirigi il mio cuore verso di Te ,Signore,e non verso la sete di cose vane..Mentre mi unisco alla preghiera per Lara ,prego per questi giorni di memoria di chi è vissuto e ha visto morire nei campi di concentramento e per ogni violenza che si ripete oggi

    Rispondi
  2. Rita

    Preghiamo per Gustavo che è nato oggi
    È figlio di una nostra ex bambina che non ha nessun familiare se non il compagno e la famiglia di lui. Che sia una vita custodita e accompagnata.

    Rispondi
  3. . Elena

    Scegliere la tua via in cerca di amore…
    Quanta idolatria e prostituzione quando si cerca in cose vuote, fatue, inutili e dannose. E si resta vuoti, senza Te, Signore…
    Prego per Gustavo e la sua famiglia, per Lara, per chi è vittima della follia di alcuni, per don Roberto. E per chi cerca amore e gioia sempre negli idoli vuoti e fasulli, riempiendo il cuore di oscurità e di rabbia.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.