Lunedì 20 marzo

di | 19 Marzo 2017

fiori Matteo 13,44-52

44 Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. 45 Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; 46 trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra. 47 Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. 48 Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. 49 Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni 50 e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti. 51 Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». 52 Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche».

Commento

due piccole parabole che si intrecciano tra loro, portando alla nostra riflessione sul regno di Dio due ulteriori elementi. . Il tesoro nel campo è una sorpresa straordinaria, perché quel tesoro non è stato cercato. E’ trovato per caso. La scoperta del tesoro è una sorpresa assoluta. C’è persino una nota di “illegittimità” in tutto questo, perché veniamo a sapere che il campo non appartiene a chi lo sta lavorando, e quindi il tesoro appartiene di diritto ad altri. E a motivo di ciò, viene nascosto! Per un salariato agricolo l’acquisto del campo vuol dire svenarsi: “vende tutti i suoi averi” per acquistarlo! La vicenda del mercante è diversa. Sembra infatti che oltre al suo mestiere di mercante egli è anche “ricercatore”, un appassionato, al punto che si può pensare che la perla l’acquisterà proprio per tenersela! Dunque, il contadino non cerca e trova per caso, mentre il mercante arriva finalmente a trovare quello che ha lungamente cercato. Modi diversi di trovare, dove in ogni modo la scoperta è decisiva e determinante: dell’uno come dell’altro il nostro testo dice: …vende tutti i suoi averi” per cercare e trovare il regno dei cieli devo, trafficare, vendere, appassionarmi a qualcosa. Devo avere l’arte del commerciante che fiuta l’affare. Entrambi le immagini, sia pure per vie diverse, sottolineano il valore assoluto del tesoro, e quindi l’esigenza di acquistarlo a tutti i costi. Si tratta cioè di un incontro decisivo, determinante.

Preghiamo

preghiamo per Mirella e la sua famiglia.

4 pensieri su “Lunedì 20 marzo

  1. sr Rita

    Un tesoro! Io l’ho trovato…anzi, si è lasciato trovare e mi ha riempito di grazia la vita. Sarà perché oggi nella cappella del nostro Bairo, a sorpresa mi hanno celebrato il 50 di professione….ma sono tanto grata al Signore di essere entrato nella mia vita così intensamente…che fatico a trovare le parole per dirlo. Prego per le vostre intenzioni e per quanti sono ancora senza riferimenti importanti.

    Rispondi
  2. Elena

    Bella l’immagine di un tesoro che si lascia trovare!
    Dio si lascia trovare in ogni nostro incontro, in ogni esperienza di vita! Affido al Signore ogni ricerca, ogni scoperta, ogni stupore , ogni meraviglia delle nostre vite, che assumono una ricchezza nuova tutti i giorni. Un abbraccio affettuoso e auguri di continua pienezza a sr Rita. Mi unisco a voi nella preghiera per Mirella e la sua famiglia.

    Rispondi
  3. sr Alida

    Campo con tesoro ,perla preziosa …son contenta che il TESORO ,che è Gesu’ mi abbia presa a servizio ..e mi custodisca nel Suo amore….In Lui trarre dal mio cuore cose nuove e cose antiche ,che mi riportano all’essenziale…una ricerca che non si conclude ,ma continua …Mi piacciono gli esempi ,che usa il Signore,per farci comprendere il Regno ..Di conseguenza ricercare e appassionarsi a ciò che piu’ prezioso ,vendere ciò che ostacola questo progetto ..Prego per Mirella e famiglia , per intenzioni espresse … per quelle che portiamo in cuore.

    Rispondi
  4. silvia ca

    “per cercare e trovare il regno dei cieli devo, trafficare, vendere, appassionarmi a qualcosa.”
    Chiedo al Signore la grazia di farci appassionare alla vita…a tutto ciò che facciamo, a tutti coloro che incontriamo nella nostra giornata!
    Mi unisco alle intenzioni di preghiera di oggi. E chiedo anche a voi di pregare per Francesco, un ragazzo di 15 anni che ha iniziato a fare la chemioterapia…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.