domenica 27 gennaio

di | 27 Gennaio 2019

I discepoli di Emmaus – Arcabas

3 domenica del tempo Ordinario – Dal Vangelo secondo Luca

Poiché molti hanno cercato di raccontare con ordine gli avvenimenti che si sono compiuti in mezzo a noi, come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni oculari fin da principio e divennero ministri della Parola, così anch’io ho deciso di fare ricerche accurate su ogni circostanza, fin dagli inizi, e di scriverne un resoconto ordinato per te, illustre Teòfilo, in modo che tu possa renderti conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto. In quel tempo, Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito e la sua fama si diffuse in tutta la regione. Insegnava nelle loro sinagoghe e gli rendevano lode. Venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e secondo il suo solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. Gli fu dato il rotolo del profeta Isaìa; aprì il rotolo e trovò il passo dove era scritto:
«Lo Spirito del Signore è sopra di me;
per questo mi ha consacrato con l’unzione
e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio,
a proclamare ai prigionieri la liberazione
e ai ciechi la vista;
a rimettere in libertà gli oppressi
e proclamare l’anno di grazia del Signore».
Riavvolse il rotolo, lo riconsegnò all’inserviente e sedette. Nella sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato».

Commento

Dio ha un sogno, che i poveri siano fatti oggetto di salvezza; i prigionieri siano messi in libertà; i ciechi riacquistino la vista; gli oppressi conoscano la libertà, e la storia conosca la possibilità di una ri-creazione. Gesù dice: “in me – oggi – il sogno di Dio s’è fatto realtà” . Anzitutto è in me a compiersi questo sogno. Quando mi permetto di entrare in contatto col ‘Dio più intimo a me di me stesso’, e gli lascio spazio di azione, di espansione, la mia vita conosce pian piano una vera e propria ri-creazione, una trasformazione. Questo per il fatto che l’energia divina che riposa in me inizia a dilatarsi, a irraggiarsi guarendo la mia cecità, le mie durezze, le mie schiavitù dal male e dagli egoismi che tanto inficiano l’umano. E solo dopo, e di conseguenza, la realtà intorno a me comincerà a trasformarsi. Portare questa nostra umanità e questo nostro mondo a compimento, è compito di ciascuno. Vivere con senso significa unirsi nel bene e condurre la vita verso una direzione precisa, un porto di bene. Ma tutto questo è solo nelle nostre mani. Per cui la questione è diventare responsabili, introducendo nel vasto terreno della storia il seme del bene, una sorte di antidoto all’oscurità, che per quanto piccolo, sarà sempre in grado di sprigionare energia infinita, come l’amore. E allora tutta la pasta sarà finalmente lievitata.

Preghiamo

In questa giornata della memoria preghiamo contro ogni forma di razzismo e di violenza.

3 pensieri su “domenica 27 gennaio

  1. sr Rita

    Oggi si realizza questa Parola. Quante occasioni perché questa parola= atteggiamenti e gesti di amore, di liberazione si compiano dentro la nostra vita. Ma anche quante altre parole sentiamo, come grida di invocazione …di liberazione… di dignità…Parole che aspettano di vedere realizzata quella di Gesù. E noi spesse volte siamo il tramite per realizzare quanto la gente attende. Davanti alla mia impotenza….Signore, credo che la tua Parola si compirà, anche se io non la vedo. Una preghiera per le 40 persone morte nel disastro delle dighe in Mina Gerais e per le 250 persone disperse e loro famiglie. Un disastro dovuto in gran parte alla responsabilità dell’uomo.

    Rispondi
  2. srAlida

    Portare ai poveri il lieto annuncio …..Tutti ci siamo in questa missione e sguardo di Gesù ,tutti possiamo metterci tra questi poveri ,…Ogni nostra mancanza ,difetto ,fragilità in Gesù ,viene guarita ,per donare a nostra volta,quanto il Signore è sempre pronto a rinnovare nella nostra vita .L’amore che vive e dona il Signore sà tacere e parlare a tempo opportuno… sguardi ,tenerezza .misericordia …tocchi che fanno rialzare ….prego di cuore per le intenzioni qui espresse, per ogni calamità o violenza provocata dall’umano ,Per la GMG che si sta svolgendo a Panama …perchè anche i giovani non interessati ne sentano l’eco ….

    Rispondi
  3. . Elena

    Il Signore Gesù ha realizzato la Parola, un’attesa, una speranza di molti….
    Possiamo anche noi dare risposta alle richieste, alle attese, alle speranze di molti, vivendo il nostro essere cristiani ogni giorno, pur nel nostro piccolo.
    Una preghiera per questa giornata della memoria, contro ogni discriminazione che vuole nemici in chi è diverso. Prego per il disastro della diga in Brasile e per mia figlia Valeria, che oggi compie 18 anni.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.