ALBA GOCCIOLANTE

di | 22 Novembre 2020


Sono alle prese da qualche giorno con un problema che, visto i grandi problemi che esistono al mondo, in sé fa ridere. Sto cercando da più parti, negozi, ferramenta e altro simile i raccordi per collegare i vari tubi di irrigazione dell’orto. Sono modello gardenia. una volta li avevo trovati al consorzio agrario di Dalmine. oggi anche al buon Consorzio di Dalmine sembrano diventati introvabili. Si tratta di collegare vecchi pezzi di tubi per l’irrigazione a goccia che provengono dall’agro. Interessantissima l’idea del riciclo delle cose vecchie, ma uno si deve inventare soluzioni assurde a volte artistiche.  Per non stare lì a cercare soluzioni di riciclo, ho avuto la tentazione di cercare su Amazon. Quell’uomo, Jeff Bezos, sarebbe comparso sul mio pc con un sorriso da prendere in giro e in un attimo mi avrebbe risolto il problema, salvo riempirmi il computer di pubblicità su tutti i raccordi per irrigazione del mondo. E poi non voglio dare i miei soldi a lui!! Come dicevo questo problema dei raccordi è banale rispetto ai problemi che stiamo vivendo. Ma anche il buon tubo a goccia per l’irrigazione si è fatto protagonista di una mia riflessione più o meno seria. E proprio all’alba della nuova giornata! Ecco perché alba gocciolante. Attenzione, collego il tubo per l’irrigazione all’enciclica fratelli tutti che sto leggendo con calma, o meglio me la sono letta tutta di un fiato e adesso la rileggo con calma. Leggo nell’enciclica al num° 168: “il mercato non risolve tutto…… il neoliberismo riproduce se stesso tale e quale , ricorrendo alla magica teoria del traboccamento o del gocciolamento senza nominarla come unica via per risolvere i problemi sociali. Non si accorge che il presunto traboccamento o gocciolamento non risolve l’inequità”, il mio tubo di irrigazione a goccia dentro una teoria economica! Vado a leggere la teoria economica in questione  e non ci capisco niente. Capisco però una cosa: questa teoria afferma che i benefici che i ricchi hanno accumulato nel tempo come ricchezza, in qualche modo ricadono a goccia anche sui poveri e quindi alla fine i ricchi stanno bene i poveri un po’ meglio. È come se il mio tubo di irrigazione a goccia all’inizio della sua corsa bagna tutto e bene a fine corsa rimangono le gocce e gli avanzi dell’acqua e quindi chi si trova lontano dal rubinetto da cui esce l’acqua non prende niente. Altro che benefici per tutti: i pomodori all’inizio della corsa del tubo sono bellissimi perché hanno tanta acqua, le patate a fine corsa sono secche perchè a loro arrivano le gocce, gli avanzi dell’acqua. No caro Jeff Bezos padrone di amazon, io non prendo il raccordo da te perché tu prendi tanta acqua fresca e tanta ricchezza e al mio vicino della ferramenta rimangono le gocce. Il papa denuncia il neoliberismo come quella forma di economia che arricchisce pochi a dismisura e lascia le gocce ai tanti poveri. E io sono pienamente d’accordo con il papa. Mi perdonino gli economisti per queste mie spiegazioni da ortolano, ma io continuerò a cercare il mio raccordo in giro per i nostri negozi. L’acqua della ricchezza deve arrivare a tutti in maniera uguale altrimenti qualcuno è pieno e la butta via e qualcuno la cerca per sopravvivere. No, il neoliberismo non mi piace proprio. Grazie papa Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.