sabato 22 giugno

di | 21 Giugno 2019

1Pt 1,6-9                                                                 Perciò siete ricolmi di gioia, anche se ora dovete essere un po’ afflitti da varie prove, 7 perché il valore della vostra fede, molto più preziosa dell’oro, che, pur destinato a perire, tuttavia si prova col fuoco, torni a vostra lode, gloria e onore nella manifestazione di Gesù Cristo: 8 voi lo amate, pur senza averlo visto; e ora senza vederlo credete in lui. Perciò esultate di gioia indicibile e gloriosa, 9 mentre conseguite la mèta della vostra fede, cioè la salvezza delle anime.

Commento

È vero che viviamo le nostre prove. È anche vero che i discepoli del Signore e le comunità cristiane a cui fa riferimento Pietro sono perseguitate, ma è anche vero che Pietro chiede proprio a quei cristiani di cercare e di vivere nella gioia. . La gioia infatti è qui il segno forte della vita nuova e della vittoria sulla morte che, con la sua risurrezione Gesù Cristo, Dio Padre ci ha donato. Ed è una gioia non di evasione, ma profondamente intrecciata a quelle prove che caratterizzano la vita umana e in particolare, come vedremo, la vita cristiana. Dunque, nella notte dell’esistenza risplendono la luce e la gioia della risurrezione. Il tema della gioia viene ripreso nel nostro brano di oggi più volte. È una gioia passata attraverso la prova, provata con il fuoco. È gioia perché senza vedere fisicamente il Signore possiamo credere in Lui. Noi non vediamo il Signore, ma siamo immersi nel suo amore e questo basta per donarci la gioia che impara a vivere tutte le tribolazioni della vita. Solo nel Signore viviamo ogni giorno il nostro essere cristiani.

Preghiamo

Preghiamo per Don Sergio

3 pensieri su “sabato 22 giugno

  1. Elena

    Vivere nella gioia è una cosa profonda. È una scelta, talvolta, che comporta altre scelte. Implica fiducia, abbandono, adesione, amore capace di attraversare, con lo sguardo alto, le grandi fatiche della vita. Che la gioia possa illuminare ogni nostro giorno, con la certezza di non essere mai soli. Il Signore è sempre al nostro fianco, anche quando non lo vediamo Lui c’è…
    Unisco la mia preghiera alla vostra per don Sergio, per Massimo e Nicoletta.

    Rispondi
  2. sr Alida

    Voi lo amate pur senza averlo visto ,e senza vederlo credete in Lui ..Perciò esultate di gioia mentre conseguite …..Siamo immersi nel suo amore questo ci basta per essere nella gioia …Non è la prima volta che questo tratto di Parola trova risonanza dentro me ,pur trovandomi comunque lontana da ciò dice ,ma credo si ,credo che l’amore di cui mi avvolge il Signore può farmi vivere di gioia ,che mi renda consapevole sempre più di questo…Prego in ritardo per il tuo anniversario don Sandro ,mi unisco alla preghiera per don Sergio ,per Massimo e Nicoletta .

    Rispondi
  3. Sr Rita

    …voi lo amate, pur senza averlo visto; e ora senza vederlo credete in lui.
    Amare, credere senza vedere. E’ la sfida della FEDE. La gioia…non è sempre a portata di mano, almeno al gioia che noi riteniamo come assenza di fatica e di dolore. Chiedo al Signore che ci irrobustisca nella fede e ci avvolga di amore perché possiamo credere alla sua presenza anche nella assenza. Preghiamo per Sr Cinzia, Sr Clelia, Sr Madeleine e sr Anita nostre conigliere generali elette ieri.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.