quando la vita è prova

di | 11 Dicembre 2020

Si può arrivare al cuore della prova, ma non è questo il vero problema. Non sono preoccupato, sono sereno, solo che il cuore della prova batte forte dentro la mia vita. Oggi abbiamo costruito la capanna di Natale al santuario di Rosciano. Semplice, ma bella. Eravamo lì tutti a cercare di mettere insieme i pezzi precedentemente preparati. Ogni tanto davo un occhio e mi sembrava di vedere la capanna venir su un po’ storta, allora ci si fermava un attimo, due misure e alla fine tutto era a posto, raddrizzata. Intanto che andavo e venivo dalla capanna ho intravisto le nostre piante da frutta, le famose prugne; mi ha colpito come erano tutte belle diritte, in fila, sistemate per bene, diritte insomma. Le ho guardate un attimo da un’angolatura che non avevo mai visto prima, o meglio non ci avevo mai fatto caso. Capanna un po’ storta da raddrizzare, piante diritte da guardare. Quando la vita è prova almeno a me da l’impressione di viaggiare un pò storto, chino su me stesso. Quando la vita non è prova, ma pienezza allora mi sento come quella fila di piante: perfettamente diritto. Oggi viaggio un po’ storto, ho bisogno che qualcuno mi raddrizzi un po’. Forse gli amici lo stanno già facendo, anzi sono sicuro. Forse ho bisogno di invocare di più il Signore. Ascolta la mia supplica mi viene da dire, raddrizza la mia vita, fammi vincere subito la prova. parlami mio Signore, indica la strada, il cammino, indica la scelta. Sto esagerando con Dio? Sto esagerando in questa richiesta? Non credo il vero rapporto con Dio per me è quello della confidenza, non della pura obbedienza e quindi mi permetto di gridare a Lui la mia fatica; mi permetto di buttare addosso a Lui la mia prova. solo quando c’è confidenza posso fare questo tipo di preghiera. solo quando mi presento davanti a Lui in umiltà posso dire: prendi tu la mia prova. mi sono guardato dentro e sento che in questo momento sono umile davanti a Lui, non ho niente da rivendicare, ma tutto da accogliere e allora sento che posso gridare a Lui la mia prova, sento che posso in qualche modo gettarla addosso a Lui. Prova che storta la vita, preghiera e invocazione che raddrizza la vita, strada diritta da percorrere. Niente di più. aspetto, invocando, la mossa di Dio, che raddrizza il tutto. Mi sembra di essere passivo e in attesa di una soluzione esterna a me stesso? No, perché io la mia parte la sto facendo: invoco, cerco, prego, mi do da fare, cerco soluzioni, ma so che non ce la posso fare da solo e allora attendo nella mia preghiera e nella mia operosità la mano buona di Dio. Sono sicuro che arriverà il suo aiuto. E allora spero di essere pronto a prendere al volo quella mano amica che è la mano di Dio.

3 pensieri su “quando la vita è prova

  1. Renzo

    Noi uomini siamo un po’ pessimisti, forse perché orgogliosi. Pensiamo che le cose debbano andare nella giusta direzione, ma forse è solo la direzione che vorremmo noi, quando una cosa sembra storta mi piace intravedere quel soffio leggero che la raddrizza. Non serve il vento forte che rischia di rompere tutto ma l’attesa che aiuta a risolvere la prova.
    Grazie dei tuoi pensieri e buona giornata a tutti

    Rispondi
  2. sr Alida

    Tempo di prova:per me la prova di questo tempo e ‘ la parola Attesa. Non solo del Natale, ma della risposta del tampone fatto ormai 8 giorni fa.. Siam venute alcune sorelle ed io in emergenza in una delle nostre comunità di ragazze diversamente abili a Vicenza e son contenta di aver dato per una dozzina di giorni un contributo a questo servizio… E di essere stata con queste creature che nella loro disabilità sono belle e tesori del Signore e nostri.. Questo tempo di isolamento lo vivo come dono, noi siamo più fortunate delle persone nelle proprie case.. Come dono perché condividi più da vicino sia pur limitato cio’che vive la gente… Più tempo per il Signore abbastanza per capire che non sarei per la clausura, anche se apprezzo molto questa opportunità come vacanza con Lui.. Più tempo per altro come rispondere a meditazioni…. Ora però questa attesa mi delude, mi deprime un po ‘ anche questa è condivisione con la gente e non finisce più.. Niente capita caso… Vero è che siamo in Veneto pieno di contagi e faran fatica a seguire e dare risposte e per di più non siamo noi della stessa regione.. Questo è il motivo della nostra attesa :per di più ti chiedi sono andati persi i nostri risultati? Se facciamo altro tampone come va a finire? Saremo diventate negative? I primi giorni stavamo un po’male, ma ora da mo’stiamo bene e non ci manca nulla grazie a Dio e alle sorelle che ci servono.. Speriamo che oggi sia il giorno propizio..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.