presentazione

di | 9 Dicembre 2021

Ieri è stato un giorno di neve. Al mattino sono riuscito a fare tutto quello che volevo. Poi nel pomeriggio la neve ha preso il sopravvento. Non sono più uscito dalla casa di Rosciano, fino a quando verso sera mi sono deciso a tornare al conventino. Il rischio era di finire come la partita dell’atalanta, rinviata per neve, e io rinviato ad altro giorno il rientro al mio domicilio. Il gatto faraone ha dormito tutta la giornata, si è un po’ lamentato perché non poteva fare il suo solito giro e mi ha guardato un po’ così quando me ne sono andato. Ho finito la lunga presentazione presa dal blog di don Alessandro Dheò. E mi guardo dentro: che cosa  mi rimane di quel lungo viaggio fatto insieme ad un amico che conosco appena appena. Dove volevo arrivare con tutto questo? Che cosa tengo stretto nella mia vita? io credo di aver bisogno di un angelo che in qualche modo dall’esterno della mia vita mi riporta al centro del mio esistere. Io sono fatto così. Un incontro, un amico, un fatto, un problema, la natura, Dio, tutto alla fine mi riporta al cuore della mia vita e li, al centro del mio cuore ritrovo la luce della mia storia. È una piccola luce, ma che narra una biografia, narra una storia, la mia storia. Proprio perché io non sono capace di mantenere fissa la barra su questa luce che sta nel profondo del mio cuore, allora ho bisogno di parole che mi riportano lì e che mi incoraggiano a continuare. Io mi narro storie ed intano ritorno al centro del mio cuore.   io cerco un mediatore esterno a me e lui mi riporta al centro del mio cuore. quando smarrisco la via della luce un angelo mi riporta al cuore della luce. E che cosa ritrovo qui al centro della luce? Ritrovo le parole che danno senso alla mia vita e che sono tutte quelle parole che ho commentato in questi giorni. Un amico dice che devo in qualche modo ritornare là dove avevo lasciato un pezzo della mia vita. io rispondo che non ho necessità di ritornare in quel tempo e in quel luogo. Ormai è andato. Invece ho bisogno di tornare la dove c’è il tesoro della mia vita, ho bisogno di amare solo il tesoro della mia vita. amarlo in mezzo a mille contraddizioni, amarlo in mezzo a mille storie che sembrano allontanarmi da quel cuore, amarlo questo tesoro anche se sembra un gioco dove trovo il tesoro, lo perdo di nuovo ì, lo inseguo e poi lo ritrovo ancora. Avete visto l’amato del mio cuore grida e domanda la ragazza del cantico dei cantici. Avete visto il tesoro di luce che sta nel mio cuore? perché ogni tanto non lo trovo più e allora devo come tornare al centro del cuore e poi ripartire di nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.