mercoledì 10 novembre

di | 9 Novembre 2021

Lc. 22,66-71

66 Appena fu giorno, si riunì il consiglio degli anziani del popolo, con i sommi sacerdoti e gli scribi; lo condussero davanti al sinedrio e gli dissero: 67 «Se tu sei il Cristo, diccelo». Gesù rispose: «Anche se ve lo dico, non mi crederete; 68 se vi interrogo, non mi risponderete. 69 Ma da questo momento starà il Figlio dell’uomo seduto alla destra della potenza di Dio». 70 Allora tutti esclamarono: «Tu dunque sei il Figlio di Dio?». Ed egli disse loro: «Lo dite voi stessi: io lo sono». 71 Risposero: «Che bisogno abbiamo ancora di testimonianza? L’abbiamo udito noi stessi dalla sua bocca».

Commento

appena fu giorno e siamo al venerdì si riunisce il consiglio degli anziani e conducono Gesù davanti al Sinedrio. Bisogna interrogarlo. La domanda attorno a cui verte il processo è: Sei tu il Cristo? Cioè Gesù è veramente il messia atteso dal popolo ebraico? È chiaro che la domanda è fuorviante perchè i sommi sacerdoti avevano già deciso che Gesù non poteva essere il messia.  Forse è solo questione di dare come una parvenza di un processo corretto per cui viene fatta tale domanda a Gesù che non si sottrae alla risposta. Non so bene se è la prima volta in tutto il vangelo di Luca che vi è questa dichiarazione solenne e esplicita di Gesù: sono, certo però che nel momento più drammatico della sua vita Gesù si espone fino in fondo, non si sottrae alla verità. Qui abbiamo il  vertice del Vangelo di Luca, dove Gesù dice chi è lui, dice di essere il Cristo, il Messia, il Salvatore e liberatore, poi dice non solo di essere il Cristo, ma il Figlio. E lo dice mentre sta per andare in croce.

Preghiamo

Preghiamo per la chiesa

2 pensieri su “mercoledì 10 novembre

  1. Elena

    Che bisogno abbiamo di altre parole? Medito l’affermazione di Gesù nel momento più drammatico e credo che nessun atto coraggioso sia più coraggiosi di questo dichiararsi Figlio di Dio, sapendo che queste parole lastricheranno la via della Sua croce.
    Per la Chiesa la preghiera di oggi.

    Rispondi
  2. sr Alida

    Pregando per la Chiesa chiediamo che il Suo dono d’amore sia sempre presente al nostro cammino e ne faccia viva memoria il nostro cuore.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.